30 Set, 2022

Ultimi Articoli

Ucraina. I russi hanno distrutto 123 ospedali e danneggiati 900. Medico: è difficile ma la gente ha bisogno di noi

AgenPress – La dottoressa Ilona Butova sembra quasi fuori posto con i suoi camici alla lavanda ben stirati mentre cammina attraverso lo stipite di una porta che pende da un muro sbriciolato in quello che un tempo era l’ufficio amministrativo del suo ospedale di Zolochiv.

Nessun edificio della struttura nella città ucraina nord-orientale vicino al confine con la Russia è sfuggito ai colpi di artiglieria.

Dall’invasione russa del 24 febbraio, lo spazio per curare i pazienti in ospedale si è ridotto costantemente a causa dei danni. Il suo staff è sceso a 47 da 120. E il numero di persone in cerca di cure nella cittadina a 18 chilometri (11 miglia) dal confine è spesso più alto ora rispetto a prima dell’inizio dei combattimenti.

Il sistema sanitario ucraino ha lottato per anni a causa della corruzione, della cattiva gestione e della pandemia di COVID-19. Ma la guerra ha solo peggiorato le cose, con strutture danneggiate o distrutte, personale medico che si è trasferito in luoghi più sicuri e molti farmaci non disponibili o scarseggiano. L’assistenza viene fornita nelle aree più colpite da medici che si sono rifiutati di evacuare o si sono precipitati come volontari, mettendosi a grave rischio.

“È molto difficile, ma la gente ha bisogno di noi. Dobbiamo restare e aiutare”, ha detto Butova, neurologa che è anche l’amministratore dell’ospedale della città vicino a Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina. Ha aggiunto che ha dovuto fare di più con meno risorse.

In tutta l’Ucraina, 900 ospedali sono stati danneggiati e altri 123 sono stati distrutti, ha affermato il ministro della Salute Viktor Liashko, osservando: “Quei 123 sono spariti e dobbiamo trovare nuovi siti per costruire sostituzioni”.

Inoltre, decine di farmacie e ambulanze sono state distrutte o gravemente danneggiate e almeno 18 membri del personale medico civile sono stati uccisi e altri 59 gravemente feriti.

“Nelle aree occupate, il sistema di riferimento è completamente crollato. La salute delle persone e le loro vite sono in pericolo”, ha aggiunto Lianshko in una intervista all’Associated Press. 

L’economia di Kiev è stata prosciugata dal conflitto con i separatisti sostenuti da Mosca nell’Ucraina orientale iniziato nel 2014. Quando è salito al potere cinque anni dopo, il presidente Volodymyr Zelenskyy ha ereditato un sistema sanitario minato dalle riforme avviate sotto il suo predecessore che avevano ridotto il governo sussidi e la chiusura di molti ospedali di provincia. Durante la pandemia, le persone in quelle comunità hanno dovuto cercare assistenza nelle grandi città, a volte aspettando fino a otto ore per un’ambulanza nei casi gravi di COVID-19.

 

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere