07 Dic, 2022

Ultimi Articoli

Birmania. Liberati 700 prigionieri, tra cui 4 stranieri. Amnesty chiede il rilascio dei detenuti in modo “illegale”

- Advertisement -

AgenPressIl governo controllato dai militari del Myanmar ha annunciato il rilascio di 700 prigionieri, tra cui  l’accademico australiano Prof Sean Turnell , l’ex ambasciatore britannico Vicky Bowman e il regista giapponese Toru Kubota, hanno detto i media controllati dalla giunta.

Rilasciato anche un quarto straniero di cui però non si conoscono le generalità. L’ex ambasciatrice britannica Vicky Bowman, il consigliere economico australiano Sean Turnell e il reporter giapponese Toru Kubota “saranno rilasciati in occasione della festa nazionale”, ha detto una fonte ufficiale all’Afp.

L’arresto dei cittadini stranieri era stata una fonte di attrito tra i leader del Myanmar ei loro governi nazionali, che avevano esercitato pressioni per il loro rilascio.

Secondo l’Associazione di assistenza per i prigionieri politici, un’organizzazione di monitoraggio dei diritti, 16.232 persone sono state detenute per accuse politiche in Myanmar da quando l’esercito ha estromesso il governo democraticamente eletto di Aung San Suu Kyi nel febbraio dello scorso anno.

Degli arrestati, 13.015 erano ancora in detenzione. Inoltre, almeno 2.465 civili sono stati uccisi dalle forze di sicurezza nello stesso periodo, afferma il gruppo, anche se si ritiene che il numero sia molto più alto.

Tim O’Connor di Amnesty International Australia ha accolto con favore la decisione di rilasciare Turnell, affermando che, come molti altri, non avrebbe mai dovuto essere arrestato o incarcerato.

“Amnesty continua a chiedere il rilascio di tutti coloro che sono stati arbitrariamente detenuti per aver esercitato pacificamente i propri diritti umani”, ha affermato. “Migliaia di persone incarcerate dopo il colpo di stato in Myanmar non hanno fatto nulla di male”.

 

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere