29 Mar, 2023

Ultimi Articoli

Turchia. Erdogan firma l’accordo sull’adesione della Finlandia alla Nato

- Advertisement -

AgenPress – La Turchia aveva bloccato per mesi la domanda della Finlandia, lamentandosi di aver sostenuto “terroristi”.

Il Capo di Stato finlandese Sauli Niinisto è stato ricevuto ad Ankara dal presidente turco Recep Tayyip Erdogan. La cerimonia di benvenuto è stata trasmessa dalla tv di Stato turca Trt, secondo cui un annuncio riguardo al possibile via libera da parte della Turchia sull’adesione della Finlandia alla Nato potrebbe arrivare nel pomeriggio, dopo l’incontro tra i due presidenti. Nei giorni scorsi, Erdogan aveva affermato che Ankara avrebbe mantenuto oggi la promessa riguardo alla ratifica dell’adesione di Helsinki all’Alleanza atlantica.

In una conferenza stampa ad Ankara con il suo omologo finlandese, Erdogan ha elogiato i “passi autentici e concreti” della Finlandia sulla sicurezza turca.

Qualsiasi espansione della NATO ha bisogno del sostegno di tutti i suoi membri – e la Finlandia è ora un passo avanti verso l’adesione.

Un voto andrà al parlamento turco per approvare la sua domanda.

La Finlandia, che confina con la Russia, ha chiesto alla Svezia di entrare a far parte dell’alleanza difensiva dell’Occidente lo scorso maggio.

Entrambi sono stati ostacolati dalle obiezioni turche, ma Erdogan continua a rifiutarsi di sostenere la Svezia. La Finlandia ha deciso di andare avanti da sola.

Il tappeto blu è stato steso per il presidente finlandese Sauli Niinisto quando è arrivato al palazzo presidenziale sotto una pioggia battente.

Ma l’ostilità del presidente Erdogan nei confronti della Svezia è stata chiara quando i due leader si sono rivolti ai giornalisti. Ha detto che la Svezia ha abbracciato i militanti curdi, etichettandoli come “terroristi” . Si è lamentato del fatto che le manifestazioni militanti curde fossero state autorizzate per le strade di Stoccolma.

Il ministro degli Esteri svedese Tobias Billstrom ha detto in seguito che si trattava di “uno sviluppo che non volevamo, ma a cui eravamo preparati”. Era ancora una questione di quando, non se, la Svezia aderisse alla Nato.

La Finlandia e la Svezia hanno abbandonato la loro tradizionale neutralità militare in risposta all’invasione su vasta scala dell’Ucraina da parte della Russia. Quasi da un giorno all’altro, il sostegno all’adesione alla NATO è balzato da un deludente terzo dei finlandesi a quasi l’80%.

Entrambi i paesi mirano ancora a far parte della Nato in tempo per il vertice di luglio in Lituania. Ma ogni nuovo membro deve ottenere l’approvazione di tutti i 30 membri della Nato.

La Turchia dovrà affrontare le elezioni presidenziali e parlamentari il 14 maggio. Supponendo che il parlamento ratifichi in anticipo l’adesione della Finlandia, il governo di Helsinki deve ancora assicurarsi il sostegno dell’Ungheria.

Tuttavia, il partito di governo ungherese Fidesz ha detto venerdì che il voto si terrà in parlamento a Budapest il 27 marzo e che voterà sì. Una figura di spicco del partito ha affermato che una decisione sulla Svezia avverrà “più tardi”.

Niinisto ha detto ai giornalisti mentre era al fianco del leader turco che il processo di adesione all’alleanza “non sarebbe completo senza la Svezia” e sperava di vedere entrambi i paesi nella Nato in tempo per il vertice di Vilnius.

I colloqui tra la Svezia e la Turchia sono stati sospesi per diverse settimane di recente, dopo che un Corano è stato bruciato davanti all’ambasciata turca a Stoccolma da un politico danese di estrema destra, che ha negato legami con estremisti russi.

Il presidente Erdogan ha detto che il primo ministro svedese, Ulf Kristersson, era una “brava persona”, ma Ankara aveva chiesto al suo governo di estradare 120 persone che erano state ancora inviate in Turchia.

Dall’inizio dell’invasione russa nel febbraio 2022, la Finlandia ha cercato di rafforzare il suo confine orientale.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere