26 Nov, 2022

Ultimi Articoli

Consulta. Amato rinvia tema eutanasia al Parlamento. Referendum non su cannabis ma su droghe

- Advertisement -

AgenPress –  Il referendum sull’omicidio del consenziente “apre all’impunità penale di chiunque uccide qualcun altro con il consenso, sia che soffra sia che non soffra. Occorre dimensionare il tema dell’eutanasia alle persone a cui si applica, ossia a coloro che soffrono. Non potevamo farlo sulla base del quesito referendario, con altri strumenti può farlo il Parlamento”. Lo ha detto il presidente della Consulta Giuliano Amato nella conferenza stampa.

“Leggere o sentire che chi ha preso la decisione non sa cosa è la sofferenza ci ha ferito ingiustamente. Il referendum non era sull’eutanasia ma sull’omicidio del consenziente. L’omicidio del consenziente sarebbe stato lecito in casi ben più numerosi e diversi da quelli dell’eutanasia”.

“Il referendum non era sulla cannabis, ma sulle sostanze stupefacenti. Si faceva riferimento a sostanze che includono papavero, coca, le cosiddette droghe pesanti. E questo era sufficiente a farci violare obblighi internazionali”, ha detto ancora  spiegando la bocciatura del quesito.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere