25 Set, 2022

Ultimi Articoli

Canada. Trovato morto uno dei due killer, altro è ancora in fuga

AgenPress – La polizia canadese ha trovato il corpo di uno dei due fratelli ricercati per un attacco di accoltellamento di massa che domenica ha provocato 10 morti e 18 feriti nella provincia del Saskatchewan.

Un ufficiale ha detto che Damien Sanderson, 31 anni, ha riportato ferite che non sembravano autoinflitte, ma non ha fornito dettagli.

È stato trovato alla James Smith Cree Nation, la comunità indigena dove viveva la maggior parte delle vittime.

Il fratello di Sanderson, Myles, è latitante e pericoloso, dice la polizia. Potrebbe aver subito ferite e la polizia ha avvertito la popolazione che potrebbe cercare assistenza medica, m non ha detto se fosse responsabile della morte di suo fratello.

La follia degli accoltellamenti ha scosso la provincia solitamente pacifica, con la polizia che indaga su 13 diverse scene del crimine.

Le motivazioni dei sospettati rimangono sconosciute. Entrambi sono stati accusati di omicidio, nonostante non siano stati arrestati.

Myles Sanderson, che in precedenza era noto alla polizia, è descritto come avente una “fedina penale ampia e lunga” che risale a diversi anni fa.

Lunedì sera, il capo Bobby Cameron della Federation of Sovereign Indigenous Nations, che rappresenta tutte le 74 Prime Nazioni del Saskatchewan, ha esortato i residenti a riferire con qualsiasi informazione sugli attacchi.

Molte delle vittime erano residenti nella remota James Smith Cree Nation, che ospita circa 2.000 persone, lasciando particolarmente scossi i membri della comunità indigena canadese. Nel Saskatchewan è stato dichiarato lo stato di emergenza.

I media canadesi hanno identificato alcune delle vittime, anche se le autorità non hanno fornito dettagli ufficiali.

 

 

 

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere