07 Ott, 2022

Ultimi Articoli

Internet veloce. Banda ultralarga in tutta Europa: in orbita il satellite Eutelsat Konnect Vhts

AgenPress – Partito con successo il satellite di telecomunicazione Eutelsat Konnect Vhts con il razzo Ariane 5 dal Guiana Space Center, lo spazioporto europeo a Kourou, nella Guyana francese alle 23:45 CEST (18:45 ora locale) il 6 settembre in un’orbita di trasferimento subsincrona.

Questa traiettoria altamente ellittica, che gira da vicino alla Terra fino a 60 000 chilometri di distanza dal pianeta con un’inclinazione di 3,5°, gli consentirà di trasferirsi in un’orbita geostazionaria a circa 36 000 chilometri sopra la Terra.

Dopo aver raggiunto l’orbita geostazionaria, il satellite, il più alto mai costruito in Europa, sarà ulteriormente testato prima di entrare in servizio commerciale.

Il satellite presenta un nuovo dispiegamento dell’antenna e meccanismi di puntamento utilizzati all’interno del sistema di localizzazione dell’antenna, nonché altre caratteristiche innovative tra cui batterie di nuova generazione e pannelli strutturali, tutti sviluppati nell’ambito del progetto di partenariato dell’ESA.

È un satellite di nuova generazione che fornirà connettività mobile e a banda larga ad alta velocità per colmare il divario digitale in Europa. È stato realizzato da Thales Alenia Space: una joint venture Thales 67% e Leonardo 33%.

Eutelsat Konnect Vhts è un satellite ad alte prestazioni. Costruito per l’operatore internazionale Eutelsat, fornirà connettività mobile e a banda larga ad alta velocità in Europa, Nord Africa e Medio Oriente. Con una capacità in banda Ka di 500 Gbps, è il satellite per comunicazioni geostazionarie più grande e più potente mai costruito in Europa. Inoltre, è dotato del più performante processore digitale di bordo mai messo in orbita, che offre flessibilità nell’allocazione della capacità e un uso dello spettro ottimale.

E’ alto circa 9 metri, quanto un edificio di tre piani, con un’apertura alare di oltre 45 metri e una massa al lancio di 6,4 tonnellate. Progettato con un’aspettativa di vita superiore ai 15 anni, il satellite si basa sulla piattaforma Spacebus Neo, completamente elettrica, di Thales Alenia Space sviluppata con il supporto dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa) e di Agenzia spaziale francese (Cnes).

Il satellite impiegherà diversi mesi per raggiungere la sua posizione definitiva e altri ne serviranno per completare i test, con l’ingresso in servizio commerciale previsto nella seconda metà del 2023. “Eutelsat Konnect Vhts incarna la nostra visione ‘Space for Life'”, commenta Hervé Derrey, presidente e amministratore delegato di Thales Alenia Space, “offrendo ai cittadini europei una connettività a banda larga senza precedenti, ovunque si trovino, raggiungendo l’obiettivo di 100 Mbps (megabit per secondo) per utente: non ci saranno più luoghi privi di banda larga”.

Questo satellite di nuova generazione, con una capacità sette volte superiore a quella del suo satellite “fratello” Eutelsat Konnect lanciato nel 2020, contribuirà a colmare il divario digitale fornendo un accesso a Internet ad altissima velocità in tutta Europa, soprattutto nelle regioni isolate con scarsa copertura. I servizi Hts, disponibili a terra, in aria e in mare, ovunque e in qualsiasi momento nell’area coperta, saranno paragonabili alle prestazioni e ai servizi di una rete in fibra ottica.

 

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere