05 Ott, 2022

Ultimi Articoli

India. Due sorelle trovate impiccate ad un albero. Polizia indaga per stupro ed omicidio

AgenPress – Due sorelle adolescenti sono state trovate appese a un albero nello stato indiano dell’Uttar Pradesh in un sospetto caso di stupro e omicidio.

La polizia ha detto che i corpi sono stati trovati mercoledì pomeriggio nel distretto di Lakhimpur. Hanno avviato un’indagine dopo che la famiglia ha affermato che le ragazze erano state rapite e violentate.

Sei uomini sono stati arrestati con l’accusa di stupro e omicidio. I corpi sono stati inviati per un esame post mortem, ha detto la polizia.

Le ragazze, entrambe sotto i 18 anni, appartenevano alla casta Dalit in fondo a una gerarchia indù profondamente discriminata.

Nonostante le protezioni costituzionali, la comunità deve affrontare abitualmente pregiudizi e violenze: un caso del 2020 riguardante lo stupro di gruppo e l’omicidio di una donna Dalit di 19 anni nel distretto di Hathras in Uttar Pradesh ha suscitato una protesta pubblica, mettendo in luce quanto fossero vulnerabili le donne Dalit.

Anche questo caso ha scatenato proteste da parte della gente del posto e dei partiti di opposizione.

La polizia ha detto che le ragazze conoscevano l’accusata, ma la famiglia ha negato questo e ha detto che erano state rapite.

I media locali hanno riferito che la madre delle ragazze ha detto che la coppia era stata presa da uomini in motocicletta. Dice di essere stata aggredita quando ha cercato di fermarli.

La famiglia ha detto che hanno iniziato a cercare le ragazze e alla fine le hanno trovate appese ad un albero.

Il capo della polizia distrettuale Sanjeev Suman ha detto che le ragazze sono state portate in un campo di canna da zucchero dove sono state violentate e strangolate a morte.

“Gli accusati hanno poi appeso i loro corpi all’albero per farlo sembrare un suicidio”, ha aggiunto Suman, secondo il canale NDTV.

Uno degli accusati è stato arrestato a seguito di un “incontro con la polizia” o di una sparatoria mentre cercava di scappare, ha detto la polizia.

Secondo i media locali, la polizia ha incontrato una certa resistenza quando mercoledì sera si è recata a casa delle ragazze, dove la gente del posto si era unita alla famiglia per protestare.

L’Uttar Pradesh, nel nord dell’India, è lo stato più popolato del paese con oltre 200 milioni di persone e ha un record di violenze contro donne e dalit .

I critici affermano che, nonostante tutta la copertura e le nuove leggi contro lo stupro, non vi è alcun segno che i crimini contro le donne stiano diminuendo in India.

La morte delle due sorelle ha provocato rabbia contro il Primo Ministro Yogi Adityanath con i leader dell’opposizione che lo accusano di dirigere un governo illegale in Uttar Pradesh.

“Nel governo Yogi, gli scagnozzi molestano madri e sorelle ogni giorno, molto vergognoso. Il governo dovrebbe indagare sulla questione, i colpevoli dovrebbero ricevere la punizione più dura”, ha scritto su Twitter Akhilesh Yadav del Partito Samajwadi.

Il capo del partito Bahujan Samaj Mayawati ha affermato che i criminali dell’Uttar Pradesh non hanno paura perché “le priorità del governo sono sbagliate”.

Priyanka Gandhi del partito del Congresso ha anche attaccato il signor Adityanath e ha affermato che “dare annunci falsi su giornali e TV non migliora la legge e l’ordine”.

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere