25 Set, 2022

Ultimi Articoli

Cina accusa gli Usa di attacchi informatici. Stesse accuse già fatte da Washington a Pechino

AgenPress – Pechino lunedì ha accusato gli Stati Uniti di aver lanciato “decine di migliaia” di attacchi informatici alla Cina e di aver rubato tesori di dati sensibili, anche da un’università pubblica di ricerca.

Washington ha accusato Pechino di attacchi informatici contro imprese e agenzie governative statunitensi, una delle questioni su cui i legami tra le due potenze sono crollati negli ultimi anni.

La Cina ha costantemente negato le affermazioni e, a sua volta, si è scagliata contro il presunto spionaggio informatico statunitense, ma raramente ha divulgato pubblicamente attacchi specifici.

Ma un rapporto pubblicato lunedì dal suo National Computer Virus Emergency Response Center (CVERC) ha accusato l’Agenzia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti (NSA) di aver effettuato “decine di migliaia di attacchi dannosi contro obiettivi di rete in Cina negli ultimi anni”.

Ha specificamente accusato l’Ufficio per le operazioni di accesso su misura (TAO) della NSA di essersi infiltrato nella Northwestern Polytechnical University nella città di Xi’an.

L’università è finanziata dal Ministero dell’Industria e della Tecnologia dell’Informazione cinese ed è specializzata nella ricerca aeronautica e spaziale.

CVERC ha affermato che il TAO si è infiltrato nelle reti dell’università e ha preso “il controllo di decine di migliaia di dispositivi di rete” inclusi server, router e switch di rete.

Utilizzando dozzine di armi informatiche e sfruttando difetti precedentemente sconosciuti nel sistema operativo SunOS, l’unità ha ottenuto l’accesso a “dati tecnici di base”, comprese le password e le operazioni dei principali dispositivi di rete, afferma il rapporto.

TAO ha “rubato oltre 140 gigabyte di dati di alto valore” negli ultimi anni e ha ricevuto assistenza da gruppi in Europa e Asia meridionale, ha affermato CVERC nel rapporto, che è stato co-autore della società privata cinese di sicurezza informatica Qihoo 360.

La NSA non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento dell’AFP.

A giugno, le autorità di Xi’an hanno affermato di aver avviato un’indagine su un attacco informatico segnalato all’università che portava i segni distintivi di “gruppi di hacking all’estero ed elementi illegali”.

Gli attacchi “hanno causato rischi significativi e pericoli nascosti per il normale lavoro e la vita nella nostra scuola”, ha detto un funzionario della sicurezza informatica dell’università all’emittente statale CCTV nei commenti pubblicati lunedì.

L’anno scorso Washington ha accusato Pechino di aver compiuto un attacco massiccio al software di posta elettronica di Microsoft che ha colpito almeno 30.000 organizzazioni statunitensi, inclusi i governi locali, nonché clienti di altri paesi.

La Cina ha negato le accuse e ha ribattuto che Washington era il “campione del mondo” dello spionaggio informatico.

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere