03 Ott, 2022

Ultimi Articoli

Violenza donne. Istat, nel 2020 il 77% uccise in casa, ambiente non sempre sicuro

AgenPress –  La casa può non essere un ambiente sicuro per le donne: le donne vittime di violenza sono prevalentemente uccise in ambito domestico, nel 77,6% dei casi nel 2020 caratterizzato da pandemia e lockdown, mentre gli uomini da persone sconosciute, conoscenti o nell’ambito della criminalità organizzata.

Il dato è stato rimarcato dalla direttrice centrale per gli studi e la valorizzazione tematica nell’area delle statistiche sociali e demografiche dell’Istat, Linda Laura Sabbadini, nel corso dell’audizione in commissione Lavoro della Camera sulle disposizioni per l’inserimento lavorativo delle donne vittime di violenza di genere.

Nei mesi di marzo e aprile 2020, la percentuale di donne uccise da partner o parenti ha raggiunto rispettivamente il 90,9% e l’85,7%. Tra i dati, inoltre, nel 2021 sono state 15.720 le donne che hanno contattato il “1522”, il numero di pubblica utilità contro la violenza e lo stalking, un dato stabile rispetto al 2020 (15.128) ma quasi raddoppiato dal 2019 (8.427), ha indicato Sabbadini, sottolineando che l’aumento risente anche delle campagne di sensibilizzazione incrementate durante l’inizio della pandemia.

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere