29 Set, 2022

Ultimi Articoli

Carlo III firma la proclamazione.  Dedicherò “Ciò che mi resta della mia vita” al compito di re

AgenPress – Due giorni dopo la morte di sua madre che lo ha portato al trono, il re Carlo III è stato ufficialmente nominato monarca della Gran Bretagna, in una cerimonia sfarzosa intrisa di antica tradizione e simbolismo politico — e, per la prima volta, è stata trasmessa in Tv.

E’ stata decisione del re Carlo III di consentire per la prima volta alle telecamere di entrare nel Consiglio di adesione per consentire al pubblico di vedere il procedimento.

Re Carlo III è stato proclamato re dal Consiglio di adesione e quelli nella stanza si sono uniti per dire “Dio salvi il re”, dopo di che i documenti sono stati firmati.

Il Lord President Penny Mordaunt ha dettagliato i prossimi passi della Proclamazione, che includono l’ordinazione della conferma dell’adesione del re da leggere in tutto il paese a Londra, Edimburgo, Cardiff e Belfast – un ritorno a un’epoca passata quando le notizie di eventi come questo sarebbe diffuso in tutto il paese in quel modo.

Ha anche dato l’ordine che i saluti con le armi abbiano luogo non appena una proclamazione principale viene letta alle 11 locali dal balcone che si affaccia sulla corte del convento a St. James’ Palace.

Questi saluti si svolgeranno in tutto il paese, al Castello di Edimburgo, al Castello di Cardiff, al Castello di Hillsborough, alla Torre di Londra e ad Hyde Park.

La sala gremita, alla quale hanno partecipato alti politici, giudici e funzionari che si sono radunati negli Appartamenti di Stato del Palazzo a Londra, ha ripetuto la frase.

Facendo la propria dichiarazione, il re ha detto  che era suo “dovere più doloroso” annunciare la morte di sua madre.

“So quanto profondamente tu, l’intera nazione, e penso di poter dire che il mondo intero, simpatizza con me per la perdita irreparabile che tutti abbiamo subito.

“Il suo regno non ha eguali per durata, dedizione e devozione. Anche se siamo addolorati, rendiamo grazie per questa vita fedelissima”.

“Nel portare a termine il pesante compito che mi è stato affidato, e al quale ora dedico ciò che mi resta della mia vita, prego la guida e l’aiuto di Dio onnipotente”.

Alla cerimonia hanno partecipato 200 membri del Privy Council, inclusi gli ex primi ministri Boris Johnson, Theresa May, David Cameron, Gordon Brown, Tony Blair e John Major.

Più tardi, gli applausi con “God Save the King” sono scoppiati fuori dal St James’s Palace, prima che una folla di migliaia di persone cantasse l’inno nazionale.

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere