28 Set, 2022

Ultimi Articoli

Ucraina. Paracadutista russo condanna la guerra di Putin. Sta distruggendo vite pacifiche. Qual è la prossima mossa?

AgenPress – La giustificazione del Cremlino per invadere l’Ucraina “è una bugia”, ha detto alla Galileus Web un paracadutista russo che in precedenza aveva pubblicamente condannato la guerra del suo paese in Ucraina .

Due settimane fa, Pavel Filatyev si è espresso contro il conflitto in una testimonianza di 141 pagine pubblicata sulla sua pagina di social media VKontakte, poi è fuggito dalla Russia. È il primo membro in servizio dell’esercito russo a criticare pubblicamente l’ invasione dell’Ucraina e a lasciare il paese.
Ora dice alla CNN che i suoi compagni di truppa sono stanchi, affamati e disillusi – e che lo sforzo bellico del Cremlino sta “distruggendo vite pacifiche”.
“Abbiamo capito che siamo stati trascinati in un grave conflitto in cui stiamo semplicemente distruggendo le città e non liberando nessuno”, ha detto Filatyev a Matthew Chance della CNN.
“Molti hanno capito che non vediamo il motivo per cui il nostro governo sta cercando di spiegarci. Che tutto ciò è una bugia”, ha detto. “Stiamo solo distruggendo vite pacifiche. Questo fatto ha immensamente influenzato il nostro morale. Quella sensazione che non stiamo facendo nulla di buono”.
Filatyev, 33 anni, ha detto  che la “corruzione” e la repressione sono all’ordine del giorno nel suo paese d’origine e ha detto che la sua unità – che aveva sede in Crimea e inviata in Ucraina per entrare a Kherson all’inizio del conflitto – era mal equipaggiata e non aveva dato alcuna spiegazione per la Russia invasione.
Secondo Filatyev, i soldati e i loro comandanti non sapevano cosa avrebbero dovuto fare in Ucraina. Ha aggiunto che presto sono rimasti delusi dal ragionamento del governo per la sua invasione dopo essere arrivati ​​​​a Kherson e aver affrontato la resistenza della gente del posto che non voleva essere “liberata”.
Il paracadutista ha prestato servizio nel 56° reggimento d’assalto aereo russo ed è stato anche coinvolto negli sforzi per catturare la città di Mykolaiv. Fu evacuato dalla prima linea a causa di un infortunio.
Ha raccontato che l’esercito russo non aveva equipaggiamento di base, così come droni e altri tipi di aerei senza pilota durante il suo periodo in prima linea.
“Le nostre baracche hanno circa 100 anni e non sono in grado di ospitare tutti i nostri militari … tutte le nostre armi provengono dai tempi dell’Afghanistan”, ha detto.
“Diversi giorni dopo aver accerchiato Kherson, molti di noi non avevano cibo, acqua o sacchi a pelo”, ha detto. “Dato che la notte faceva molto freddo, non riuscivamo nemmeno a dormire. Trovavamo della spazzatura, degli stracci, solo per avvolgerci per stare al caldo”.
La cattura di Kherson fu un significativo successo militare iniziale per la Russia . L’ Ucraina sta ora combattendo per riconquistare la città mentre i combattimenti si spostano sempre più nel sud del paese.
Ma Filatyev ha detto che fatica a capire la visione del presidente russo Vladimir Putin , che ha lanciato l’invasione dell’Ucraina quasi sei mesi fa e ha visto le sue truppe bloccate in un conflitto stridente e costoso.
“Ora che sono fuori di lì e senza una pistola, penso che questa sia la cosa peggiore e più stupida che il nostro governo avrebbe potuto fare. Non so dove ci stia portando il governo. Qual è il prossimo passo? Guerra nucleare?”
“Vedo cosa sta succedendo al mio paese e sono terrorizzato. Tutto è distrutto, corrotto. Le uniche leggi che funzionano bene sono quelle repressive”.
Filatyev è fuggito dalla Russia dopo aver condotto alcune prime interviste ai media. Ma ha suggerito che il Cremlino potrebbe vendicarsi della sua posizione pubblica.
“O verrò messo in prigione… o semplicemente mi metteranno a tacere facendomi fuori. Ci sono stati molti casi del genere in passato”, ha detto. “Non vedo altra via d’uscita. Se succede, succede.”

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere