29 Mag, 2023

Ultimi Articoli

Ucraina. Mariupol senza luce, acqua, riscaldamento, medicine. Violato il cessate il fuoco temporaneo

- Advertisement -

AgenPress“Questa notte i bombardamenti sono stati più duri e più ravvicinati. Ieri abbiamo raccolto neve e acqua piovana per avere un po’ di acqua di servizio. Abbiamo cercato di ottenere acqua gratis oggi, ma la coda era enorme”.

A raccontare è Medici Senza Frontiere.  “Secondo altre persone, diversi negozi di alimentari sono stati distrutti dai missili e le cose rimanenti sono state prese da persone in un disperato bisogno.

“Ancora nessuna elettricità, acqua, riscaldamento e connessione mobile. Nessuno ha ancora sentito parlare di evacuazione. Le farmacie hanno finito le medicine.”

Mariupol è stata oggetto di bombardamenti estremamente pesanti per diversi giorni.

Ci sarebbe dovuto essere un cessate il fuoco temporaneo per consentire ai civili di fuggire, ma la Russia non l’ha osservato, secondo le autorità ucraine.

In una dichiarazione rilasciata sabato, un membro del personale di MSF ha fornito il seguente resoconto:

“La situazione è la stessa dei giorni scorsi. Questa notte i bombardamenti sono stati più duri e ravvicinati. Ieri abbiamo raccolto neve e acqua piovana per avere un po’ di acqua di servizio. Abbiamo cercato di ottenere acqua gratis oggi ma la coda era enorme. Volevamo anche ottenere pane ‘sociale’ ma non è chiaro l’orario e i luoghi di distribuzione. Secondo le persone, diversi negozi di alimentari sono stati distrutti dai missili e le cose rimanenti sono state prese da persone in disperato bisogno. Ancora niente elettricità, acqua, riscaldamento e telefoni cellulari connessione. Nessuno ha ancora sentito parlare di evacuazione. Le farmacie hanno finito le medicine. “

MSF ha affermato nella dichiarazione che le persone ora sono effettivamente intrappolate a Mariupol, dove la guerra è arrivata così all’improvviso che molti non sono nemmeno riusciti a fuggire.

Sabato, il direttore delle operazioni di MSF Christine Jamet ha chiesto percorsi sicuri per consentire ai civili di fuggire da Mariupol, compreso il personale di MSF e le loro famiglie. 

“I civili non devono rimanere intrappolati in una zona di guerra”, ha affermato Jamet, aggiungendo che “le persone in cerca di sicurezza devono poterlo fare, senza paura della violenza”.

 

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere