27 Nov, 2022

Ultimi Articoli

Ucraina. Lanciati 50 missili russi, a Kiev 80% dei residenti senza acqua. Colpite con droni 10 regioni

- Advertisement -

AgenPress – Un’ondata di attacchi missilistici russi ha colpito le infrastrutture critiche in tutta l’Ucraina lunedì, lasciando la maggior parte della capitale senz’acqua, dopo che Mosca ha incolpato Kiev per un attacco alla sua flotta del Mar Nero affermando di aver ritirato un accordo cruciale per consentire le spedizioni di grano.

“I terroristi russi hanno nuovamente lanciato un attacco massiccio contro gli impianti elettrici in diverse regioni ucraine”, ha dichiarato il vice capo della presidenza ucraina, Kyrylo Tymoshenko.

Alcuni quartieri di Kiev sono questa mattina senza corrente elettrica dopo gli attacchi russi: lo ha reso noto il sindaco della capitale. Una “parte di Kiev è senza elettricità e in alcune zone manca l’acqua, a causa degli attacchi russi”, ha scritto il sindaco, Vitaly Klitschko, su Telegram.

Almeno cinque esplosioni sono state udite dai giornalisti dell’Afp nella capitale ucraina tra le 8.00 e le 8.20 ora locale (le 7:00 e le 7:20 in Italia). Le esplosioni giungono tre giorni dopo l’attacco alla flotta russa in Crimea, che Mosca ha attribuito all’Ucraina con l’aiuto di Londra. Le forze russe hanno nuovamente attaccato questa mattina anche una “infrastruttura critica” nella città di Zaporizhzhia, nell’Ucraina meridionale: lo ha reso noto su Telegram il sindaco ad interim, Anatolii Kurtiev, come riporta Ukrinform. Secondo Kurtiev, in città si sono verificate interruzioni della fornitura di energia elettrica. Non ci sono per il momento informazioni su eventuali feriti o vittime, né sui danni provocati dall’attacco.

I nuovi attacchi missilistici russi  hanno lasciato senza acqua l’80% degli utenti di Kiev e interrotto la fornitura di energia elettrica a 350.000 case, ha aggiunto il sindaco.

“A causa dei danni subiti ad una centrale elettrica vicino a Kiev, l’80% dei consumatori della capitale è rimasto senza acqua”, ha scritto Klitschko aggiungendo che “350.000 famiglie di Kiev sono rimaste senza elettricità”.

I russi hanno colpito con droni  10 regioni, ha reso noto il premier, Denys Shmyhal, sottolineando che interruzioni di corrente elettrica sono state registrate in “centinaia di insediamenti” in sette regioni. “Missili e droni hanno colpito dieci regioni, dove sono stati danneggiati 18 siti, la maggior parte dei quali legati all’energia”, ha scritto Shmyhal su Telegram. “Centinaia di insediamenti in sette regioni dell’Ucraina sono rimasti senza elettricità”.

“Più di 50 missili da crociera” sono stati lanciati oggi sull’Ucraina dalle forze russe.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere