03 Dic, 2022

Ultimi Articoli

Ucraina. Kiev attaccata da “droni kamikaze” iraniani. “Abbiamo bisogno di più sistemi di difesa aerea”

- Advertisement -

AgenPress – La Russia ha colpito la capitale dell’Ucraina, Kiev, con un’ondata di droni “kamikaze” di fabbricazione iraniana, uccidendo almeno una persona, afferma il sindaco Vitali Klitschko.

“Mostra la loro disperazione”, ha detto Andriy Yermak, capo dello staff del presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

E nella città portuale di Mykolaiv, serbatoi di olio di girasole sono stati dati alle fiamme da droni simili, ha affermato il sindaco della città.

Una settimana fa, la capitale è stata colpita da missili russi nell’ora di punta, parte di attacchi a livello nazionale che hanno provocato 19 morti.

Un funzionario dell’aviazione ucraina ha detto che tutti i droni sono volati nel paese da sud.

Oleksandr Senkevich ha detto che tre droni hanno acceso i carri armati a Mykolaiv domenica sera tardi, poche ore prima dell’attacco a Kiev.

Le esplosioni di lunedì sono iniziate intorno alle 06:30 ora locale (03:30 GMT). Il più recente è stato intorno alle 08:10 ora locale.

Due erano vicini al centro della città, con sirene e allarmi per auto sentiti in tutta la zona.

“Il nemico può attaccare le nostre città, ma non sarà in grado di spezzarci”, ha affermato il presidente Zelensky, descrivendo gli attacchi come “terroristici per la popolazione civile”.

Che cosa sia preso di mira è difficile da determinare. L’ufficio del sindaco afferma che edifici residenziali e non residenziali sono stati colpiti. Funzionari ferroviari affermano che sono state viste esplosioni vicino alla stazione principale di Kiev.

 “Al momento sono state soccorse 18 persone. Secondo le prime informazioni, due persone sono sotto le macerie. Intanto è in corso lo spegnimento di un incendio e i soccorritori stanno spostando le macerie. Stiamo chiarendo se esiste ci sono vittime”, ha aggiunto  il sindaco.

Il capo delle ferrovie statali ucraine Alexander Kamyshin ha affermato che alcune esplosioni si sono verificate vicino alla stazione centrale di Kiev e decine di persone si sono riparate in un sottopassaggio della stazione. Il distretto di Shevchenkivskiy colpito oggi con i droni kamikaze iraniani è la stessa zona presa di mira dai russi una settimana fa, il 10 ottobre, quando almeno 19 persone sono rimaste uccise e più di 100 ferite.

“La capitale è stata attaccata da droni kamikaze. Abbiamo bisogno di più sistemi di difesa aerea e il prima possibile. Non abbiamo tempo per le azioni lente. Più armi per difendere il cielo e distruggere il nemico”, ha scritto in un post su Telegram Andriy Yermak, il capo dell’ufficio del presidente ucraino.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere