08 Feb, 2023

Ultimi Articoli

Ucraina. Esplosioni nel centro di Kiev. Zelensky, abbattuti tutti i 13 droni russi Shahed di fabbricazione iraniana

- Advertisement -

AgenPress – Nelle prime ore della  mattinata si sono sentite esplosioni nel centro della capitale ucraina Kiev, ha detto il sindaco della città.

Vitali Klitschko ha detto che le esplosioni hanno scosso il distretto centrale di Shevchenkivskyi e che sono stati inviati i servizi di emergenza.

I sistemi di difesa aerea sono al lavoro, afferma il governatore di Kiev Oleksiy Kuleba.

La Russia ha ripetutamente preso di mira le infrastrutture energetiche ucraine da ottobre con missili e droni.

Il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato che le forze ucraine hanno abbattuto 13 droni Shahed di fabbricazione iraniana, che secondo lui ammontavano a tutti quelli lanciati dalla Russia mercoledì.

L’amministrazione militare della città di Kiev ha affermato che un frammento di drone ha colpito un edificio amministrativo nel centro della città e quattro edifici residenziali. Ma un portavoce dei servizi di emergenza della città ha detto ai media ucraini che non sono state segnalate vittime durante lo sciopero.

Il governatore di Kiev Kuleba ha dichiarato: “Il sistema di difesa aerea è operativo. Ora è importante rimanere in rifugi e luoghi sicuri. La Russia continua il suo terrore energetico contro il nostro paese. Ma ci stiamo rafforzando ogni giorno”.

L’Ucraina ha accusato l’Iran di fornire alla Russia droni “kamikaze” utilizzati negli attacchi mortali del 17 ottobre, cosa che Teheran ha inizialmente negato.

L’Iran in seguito ha ammesso di aver inviato a Mosca un numero limitato di droni “molti mesi” prima della guerra.

In risposta, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che si trattava di una bugia e che venivano utilizzati molti altri droni iraniani.

La Russia ha preso di mira la rete energetica dell’Ucraina negli ultimi mesi nel tentativo di demoralizzare la sua popolazione.

I leader globali hanno affermato che gli attacchi alle infrastrutture civili equivalgono a un crimine di guerra, ma la scorsa settimana il presidente russo Vladimir Putin ha difeso gli attacchi e ha affermato che erano in risposta all’esplosione sul ponte russo verso la Crimea annessa l’8 ottobre.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere