06 Ott, 2022

Ultimi Articoli

Trilaterale Zelensky-Erdogan-Guterres. La Turchia è “dalla parte dell’Ucraina. Negoziato per porre fine alla guerra”

AgenPress – Il presidente della Turchia e il capo delle Nazioni Unite António Guterres hanno incontrato il presidente ucraino Volodymr Zelenskyy  per far cessare una guerra che imperversa per quasi sei mesi, aumentare le esportazioni di grano disperatamente necessarie e garantire la sicurezza del più grande centrale nucleare.

L’incontro ha segnato la prima visita in Ucraina del turco Recep Tayyip Erdogan dallo scoppio della guerra, e la seconda del segretario generale delle Nazioni Unite. 

Erdogan si è offerto come intermediario negli sforzi per fermare i combattimenti. Sebbene la Turchia sia un membro della NATO, che sostiene l’Ucraina nella guerra, la sua economia traballante dipende dalla Russia per il commercio e il paese ha cercato di orientare una via di mezzo.

Durante gli incontri, la Turchia ha accettato di aiutare a ricostruire le infrastrutture dell’Ucraina, comprese strade e ponti, e Zelenskyy ha chiesto a Guterres di chiedere l’accesso delle Nazioni Unite ai cittadini ucraini deportati in Russia, secondo il sito web del presidente ucraino. Zelenskyy ha anche chiesto l’aiuto delle Nazioni Unite per liberare soldati e medici ucraini catturati.

“Abbiamo espresso le nostre preoccupazioni per il conflitto in corso attorno alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, non vogliamo vivere una nuova Chernobyl”, ha affermato il presidente turco.  “Personalmente ritengo che si possa porre fine alla guerra al tavolo negoziale”.  Il presidente turco ha affermato che sia Zelensky che Guterres condividono la sua stessa opinione.

“Abbiamo sottolineato come la comunità internazionale dovrebbe prendersi più responsabilità per rilanciare il processo diplomatico”.

 La Turchia è “dalla parte dell’Ucraina. Mentre continuiamo a portare avanti i nostri sforzi per una soluzione” del conflitto, “rimaniamo dalla parte dei nostri amici ucraini”.

 

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere