05 Feb, 2023

Ultimi Articoli

Sileri: “Ultima generazione? Atti ingiustificabili, si tratta di morti di fama, servono pene severe”

- Advertisement -

AgenPress. Pierpaolo Sileri, medico ed ex sottosegretario alla Salute, è intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta” condotta da Gianluca Fabi e Emanuela Valente su Radio Cusano Campus.

Sull’addio alla politica.

“La vita politica non mi manca, ho fatto il mio dovere nelle Istituzioni, ora sono tornato al mio lavoro come ho sempre detto. La politica la osservo da lontano come è giusto che sia, ovviamente ho le mie convinzioni. Si fa politica anche da lontano senza dover stare in prima linea, si può fare anche nel nostro piccolo quotidiano”.

Sulle proteste degli attivisti di Ultima generazione.

“Imbrattare il Senato o qualunque altro edificio, anche se con vernice lavabile non è giustificabile. Si tratta di morti di fama. Non è un modo per esprimersi e per dare un contributo alla difesa degli ambienti, non è quella la via. E’ chiaro che servono pene severe. Se vuoi fare qualcosa per l’ambiente, ci sono gruppi e associazioni che difendono l’ambiente in maniera onesta e trasparente, senza imbrattare edifici e bloccare strade. Se quei parlamentari che li hanno difesi, trovassero la loro automobile imbrattata non penso che parlerebbero così”.

Sulla situazione covid.

“Sono molto ottimista. La pandemia volge al termine. E’ chiaro che ciò che accade in Cina non è riproducibile oggi nei Paesi occidentali che hanno avuto una strategia per controllare il virus e che hanno avuto dei vaccini efficaci. Ciò che osserviamo in Cina è un tuffo nel passato, è difficile se non impossibile che possa ricapitare anche da noi. Ora si arrabbiano perché stiamo facendo i tamponi ai cinesi, questa è una strategia non tanto di contenimento, si tratta di individuazione di soggetti positivi che possono portare altre varianti. In Cina le persone sono vaccinate poco con vaccini diversi dai nostri, c’è poco da arrabbiarsi. Chiaro che altre varianti si genereranno, ma perché dobbiamo pensare che siano più aggressive e che eludano i vaccini? E’ molto poco probabile che possa esserci un passo indietro rispetto alla situazione che abbiamo oggi”.

 

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere