06 Ott, 2022

Ultimi Articoli

Senigallia. Tenta di salvare il figlio che voleva suicidarsi, muoiono entrambi travolti da un treno merci

AgenPress – Voleva salvare il figlio , che aveva scavalcato la recinzione e si era posizionato sui binari, poco a nord della stazione di Senigallia (Ancona), dopo un diverbio con i genitori, quando è sopraggiunto un treno merci diretto verso sud che li ha travolti e uccisi entrambi.

Padre e figlio, rispettivamente di 63 e 26 anni, sono stati investiti e uccisi da un treno merci in transito poco a nord della stazione di Senigallia, in provincia di Ancona. Le vittime sarebbero turisti originari di Perugia, a Senigallia in vacanza.

Un treno merci li ha travolti mentre si trovavano sui binari: pare che il padre stesse cercando di fermare il figlio che minacciava di togliersi la vita. Secondo gli uomini del compartimento Polfer di Ancona, il ragazzo si sarebbe messo a correre verso il convoglio in arrivo gridando di volersi uccidere. Il padre, che evidentemente si trovava a poca distanza, ha provato a rincorrerlo. Nel tentativo di bloccarlo ed evitare l’investimento da parte del treno, è stato travolto e ucciso anche lui.

Immediato l’allarme ai soccorritori. Sul luogo della disgrazia si sono precipitati i vigili del fuoco con diversi mezzi, due ambulanze del 118, i carabinieri e la Polfer che procede nelle indagini.

La famiglia umbra si trovava in villeggiatura a Senigallia da quattro giorni. La madre e il figlio erano arrivati prima e alloggiavano nella loro casa delle vacanze, a poca distanza dal luogo della tragedia. Il padre, invece, li aveva raggiunti sabato, per Ferragosto. Ci sarebbe anche una sorella del giovane che, secondo alcune indiscrezioni, al momento si trova in vacanza all’estero. Pare che il 26enne soffrisse di crisi depressive ormai da tempo. I genitori, separati, gli erano stati sempre molto vicini.

 

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere