27 Set, 2022

Ultimi Articoli

Russia. Salgono ad oltre 500 i fermati contro la mobilitazione parziale di Putin

AgenPress –  Sono salite a 525 le persone fermate alle manifestazioni contro la mobilitazione parziale in Russia che si sono svolte in diverse città del Paese. Lo riferisce Ovd-Info, una ong che registra le attività dell’opposizione e assiste legalmente i fermati.

Sergey Aksenov, il capo della Crimea nominato dalla Russia, ha affermato che è stato istituito un ufficio per assistere la parziale mobilitazione dichiarata dal presidente russo Vladimir Putin.

Aksenov ha affermato che “il governo, i ministeri e i dipartimenti della repubblica stanno lavorando a diretto contatto con il comando delle forze armate russe”.

“Comprendiamo che questi sono tempi difficili; tuttavia, l’indipendenza e il futuro del nostro Paese dipendono dallo sviluppo delle operazioni militari speciali, in cui siamo contrari all’intera NATO”, ha affermato, riferendosi all’invasione russa dell’Ucraina.

“Tutti i compiti relativi alla prontezza alla mobilitazione, secondo il decreto presidenziale, saranno pienamente attuati in Crimea. Tutti i contatti e gli indirizzi di coloro che potenzialmente svolgeranno i compiti militari sono ben noti”, ha detto Aksenov alla televisione di stato russa.

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere