03 Dic, 2022

Ultimi Articoli

Pakistan. Polizia mette sotto accusa l’ex primo ministro Imran Khan per terrorismo

- Advertisement -

AgenPress – La polizia pakistana ha sporto denuncia per terrorismo contro l’ex primo ministro Imran Khan, hanno affermato lunedì le autorità, aggravando le tensioni politiche nel Paese mentre il premier estromesso tiene raduni di massa per cercare di tornare in carica.

L’ indagine arriva dopo che ha accusato la polizia e la magistratura di aver arrestato e torturato il suo stretto collaboratore.

La tensione è alta nel Paese, con i sostenitori dell’ex leader riuniti fuori casa sua che giurano di “prendere il controllo” se verrà arrestato.

Da quando è stato estromesso dal potere ad aprile, il signor Khan è stato un accanito critico nei confronti del governo e dell’esercito del paese.

Le accuse di terrorismo sono emerse in un discorso pronunciato sabato a Islamabad da Khan in cui ha promesso di citare in giudizio gli agenti di polizia e una giudice donna e ha affermato che uno stretto collaboratore era stato torturato dopo il suo arresto.

 Il partito politico di Khan – Tehreek-e-Insaf, ora all’opposizione – ha pubblicato video online che mostrano i sostenitori che circondano la sua casa per impedire potenzialmente alla polizia di raggiungerla.

In centinaia sono rimasti lì all’inizio di lunedì e la polizia non ha ancora tentato di trattenere Khan, ha detto Fawad Chaudhry, che ha servito come ministro dell’informazione nel governo di Khan. Chaudhry ha pubblicato lunedì una foto di Khan nella sua casa, durante un incontro. Tehreek-e-Insaf ha avvertito che terrà manifestazioni a livello nazionale se Khan verrà arrestato.

“Se Imran Khan viene arrestato… prenderemo il controllo di Islamabad”, ha twittato un ex ministro nel gabinetto di Mr Khan, Ali Amin Gandapur.

L’avvocato di Khan, Bawar Awan, nel frattempo ha presentato una richiesta all’Alta Corte di Islamabad chiedendo una cauzione protettiva per Khan, che lo avrebbe protetto dall’arresto.

Secondo il sistema legale pakistano, la polizia presenta quello che è noto come un primo rapporto informativo sulle accuse contro un imputato a un giudice magistrato, che consente alle indagini di andare avanti. In genere, la polizia quindi arresta e interroga l’imputato.

Il rapporto contro Khan include la testimonianza del giudice del magistrato Ali Javed, che ha descritto di essere stato alla manifestazione di Islamabad sabato e di aver sentito Khan criticare l’ispettore generale della polizia pakistana e un altro giudice. Secondo quanto riferito, Khan ha continuato dicendo: “Anche tu ti prepari, agiremo anche contro di te. Tutti voi dovete vergognarvi”.

Khan potrebbe rischiare diversi anni di carcere a causa delle nuove accuse, che lo accusano di aver minacciato gli agenti di polizia e il giudice in base all’atto di sedizione del Paese, che deriva dalla legge britannica dell’era coloniale. Tuttavia, non è stato arrestato per altre accuse minori che gli sono state addebitate nella sua recente campagna contro il governo.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere