03 Dic, 2022

Ultimi Articoli

Pakistan. Le inondazioni colpiscono 33 mln di persone, 1000 morti, migliaia di evacuati

- Advertisement -

AgenPress – Inondazioni improvvise causate da forti piogge monsoniche in gran parte del Pakistan hanno ucciso quasi 1.000 persone e ferito e sfollato altre migliaia da metà giugno, hanno affermato sabato i funzionari.

Il nuovo bilancio delle vittime è arrivato il giorno dopo che il primo ministro Shahbaz Sharif ha chiesto aiuto internazionale per combattere i danni  delle inondazioni nella nazione islamica impoverita.

La stagione dei monsoni, iniziata prima del normale quest’anno, ha sferzato il Pakistan con piogge particolarmente abbondanti e i soccorritori hanno lottato per evacuare migliaia di persone abbandonate dalle zone colpite dalle inondazioni. La crisi ha costretto il governo a dichiarare lo stato di emergenza.

Nella provincia nordoccidentale di Khyber Pakhtunkhwa, le inondazioni hanno distrutto i cancelli di un importante sistema di controllo dell’acqua sul fiume Swat, provocando inondazioni nei distretti di Charsadda e Nowshera, ha affermato Sania Safi, un alto amministratore di Charsadda.

“Abbiamo anticipato la situazione e avvertito e costretto i residenti esitanti a lasciare le loro case per sicurezza e a trasferirsi nei campi di soccorso allestiti presso edifici governativi in ​​luoghi sicuri”.

Le inondazioni non sono rare in Pakistan, ma la gente qui ha detto che queste piogge erano diverse, più di ogni altra cosa che sia mai stata vista. Un funzionario locale le definì “inondazioni di proporzioni bibliche”.

Vicino alla città di Larkana, migliaia di case di fango sono affondate sott’acqua. Per miglia tutto ciò che è visibile sono le cime degli alberi. Dove il livello dell’acqua è leggermente più basso, i tetti di paglia si insinuano da sotto l’acqua.

In un villaggio le persone sono alla disperata ricerca di cibo. In un altro, molti bambini hanno sviluppato malattie trasmesse dall’acqua.

Il ministro dell’Informazione Maryam Aurangzeb ha affermato che i soldati e le organizzazioni di soccorso stanno aiutando le persone a mettersi in salvo in molti distretti del Sindh meridionale, del Khyber Pakhtunkhwa nord-occidentale, del Punjab orientale e delle province sud-occidentali del Baluchistan.

“Il governo ha autorizzato fondi sufficienti per compensare finanziariamente le persone colpite e non lasceremo la nostra gente da sola in questo momento difficile”.

Aurangzeb ha chiesto a persone facoltose e organizzazioni di soccorso di farsi avanti con aiuti per aiutare i pakistani colpiti dalle inondazioni.

In risposta all’appello di Sharif per gli aiuti internazionali, le Nazioni Unite hanno pianificato un appello lampo da 160 milioni di dollari per le donazioni, secondo il portavoce del ministero degli Esteri Asim Iftikhar. 

Secondo funzionari locali, le inondazioni monsoniche di quest’anno hanno colpito più di 33 milioni di persone – un pachistano su sette – distruggendo o danneggiando gravemente quasi un milione di case. Gli stessi funzionari affermano che le inondazioni di quest’anno sono paragonabili a quelle del 2010 – le peggiori mai registrate – quando morirono oltre duemila persone e quasi un quinto del paese rimase sott’acqua.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere