02 Dic, 2022

Ultimi Articoli

Onu. Da inizio guerra 6 mila civili uccisi in Ucraina, inclusi 382 bambini. Distrutti molti edifici religiosi

- Advertisement -

AgenPressL’Ufficio dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani (OHCHR) ha aumentato la sua presenza in Ucraina e ha dispiegato il lavoro in 6 località, e ha anche riferito sul numero di vittime a seguito dell’invasione russa

Lo ha affermato il capo della Missione di monitoraggio dei diritti umani delle Nazioni Unite in Ucraina, Matilda Bogner, alla presentazione, martedì 27 settembre, del nuovo rapporto dell’Ufficio delle Nazioni Unite per i diritti umani sull’Ucraina, il corrispondente di Ukrinform.

“Ad oggi, abbiamo documentato che 5.996 civili sono morti e 8.848 sono rimasti feriti” dall’inizio del conflitto in Ucraina. “Tra i morti ci sono 382 bambini. Questi numeri riflettono singoli incidenti confermati, i numeri effettivi sono molto più alti”.

Bogner ha sottolineato che gli attacchi a oggetti civili non solo hanno messo in pericolo la vita dei civili, ma li hanno anche costretti a vivere in condizioni umilianti, minando i loro diritti alla salute, all’istruzione, all’alloggio, al cibo e all’acqua.

“Dalla pubblicazione dell’ultimo rapporto alla fine di giugno, l’Ohchr ha aumentato la sua presenza in Ucraina. Attualmente, i nostri dipendenti lavorano in 6 sedi in tutto il Paese. Ogni giorno comunichiamo con persone in tutto il Paese, ascoltiamo le vittime che hanno subito violazioni dei diritti umani nel contesto del conflitto armato”, ha spiegato Bogner, citata da Ukrinform, sottolineando che gli attacchi ai civili non hanno solo messo in pericolo la loro incolumità, ma li hanno anche costretti a vivere in condizioni umilianti, minando i loro diritti alla salute, all’istruzione, all’alloggio, al cibo e all’acqua.

“I bombardamenti intensi hanno anche avuto un impatto negativo sulla libertà di religione o di credo. Molti edifici religiosi sono stati distrutti e danneggiati. Ad oggi – ha proseguito Bogner – abbiamo registrato il danneggiamento o la distruzione di 252 istituzioni mediche e 415 istituzioni educative, ma anche in questo caso i numeri reali sono più alti”.

 

 

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere