29 Gen, 2023

Ultimi Articoli

Mosca. Putin insoddisfatto nomina un nuovo generale in Ucraina, famoso per la sua brutalità sui civili

- Advertisement -

AgenPress – La devastante guerra del presidente russo Vladimir Putin contro l’Ucraina sta vacillando. Ora, c’è un nuovo generale in carica, con una reputazione di brutalità.

Dopo che l’Ucraina ha recentemente riconquistato più territorio di quello che l’esercito russo ha preso negli ultimi sei mesi, sabato scorso il Ministero della Difesa russo ha nominato Sergey Surovikin come suo nuovo comandante generale per le operazioni di guerra.

In particolare, in precedenza ha svolto un ruolo determinante nelle operazioni russe in Siria – durante le quali gli aerei da combattimento russi hanno causato una devastazione diffusa nelle aree controllate dai ribelli – come comandante in capo delle forze aerospaziali russe.

Surovikin è “molto vicino al regime di Putin” e “non ha mai avuto ambizioni politiche, quindi ha sempre eseguito un piano esattamente come voleva il governo”.

Gli analisti affermano che è altamente improbabile che la nomina di Surovikin cambi il modo in cui le forze russe stanno conducendo la guerra, ma parla dell’insoddisfazione di Putin per le precedenti operazioni di comando. È anche, in parte, probabilmente inteso a “ammorbidire” la base nazionalista e pro-guerra all’interno della stessa Russia, secondo Mason Clark, capo della Russia presso il think tank dell’Institute for the Study of War (ISW).

Il leader ceceno Ramzan Kadyrov, che ha chiesto alla Russia di “prendere misure più drastiche”, compreso l’uso di “armi nucleari a basso rendimento” in Ucraina dopo le recenti battute d’arresto, ha accolto con favore la nomina di Surovikin, che per la prima volta ha prestato servizio in Afghanistan nel 1980 prima di comandare un’unità nella seconda guerra cecena nel 2004. L’elogio di Kadyrov, che è un alleato chiave di Putin, è forse significativo, poiché lui stesso è noto per schiacciare ogni forma di dissenso.

“Personalmente conosco molto bene Sergei da quasi 15 anni. Posso sicuramente dire che è un vero generale e comandante guerriero, esperto, testardo e lungimirante che prende sempre il patriottismo, l’onore e il rispetto prima di tutto”, ha scritto Kadyrov sui social media, dopo la notizia della nomina di Surovikin lo scorso sabato. “Il gruppo dell’esercito unito è ora in buone mani”.

In un rapporto del 2020, Human Rights Watch lo ha definito “qualcuno che può assumersi la responsabilità del comando” per le dozzine di attacchi aerei e terrestri contro oggetti e infrastrutture civili in violazione delle leggi di guerra” durante l’offensiva di Idlib del 2019-2020 a Siria. Gli attacchi hanno ucciso almeno 1.600 civili e costretto allo sfollamento di circa 1,4 milioni di persone, secondo HRW, che cita i dati delle Nazioni Unite.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere