09 Dic, 2022

Ultimi Articoli

Mosca. Presentatore Russia Today chiede che i bambini ucraini vengano annegati o bruciati, le donne stuprate

- Advertisement -

AgenPressL’anchorman Anton Krasovsky dell’emittente televisiva Russia Today ha incitato alla violenza nei confronti degli ucraini. Dopo aver suggerito in diritta tv che i bambini “dovrebbero essere annegati nel fiume Tysyna “,  “Oppure li metti in capanne di pino (smerekova) e li bruci”.

Dopo aver giustificato gli stupri da parte dei soldati russi nei confronti delle donne ucraine, Krasovsky ha chiuso il suo intervento affermando che l’Ucraina non dovrebbe esistere e che tutte le persone che si oppongono alla Russia dovrebbero essere fucilate.

Il filmato è stato ampiamente condiviso sui social media. Il ministro degli Esteri ucraino Dmitro Kuleba ha affrontato il caso in particolare per chiedere il divieto di RT in tutto il mondo. ” Se accetti questo canale nel tuo Paese, significa che sostieni queste parole” , aveva scritto all’attenzione dei governi che non hanno ancora interrotto la trasmissione di RT.  Gli appelli aggressivi al genocidio non hanno nulla a che fare con la libertà di espressione”.

Quattro giorni dopo la messa in onda di questa sequenza, Margarita Simonian, caporedattore di Russia Today (RT),  ha finalmente annunciato  la fine della collaborazione con Anton Krassovski, dopo questi  commenti “disgustosi” . L’estratto è stato anche rimosso dalle piattaforme dei media. Anche il presidente del comitato investigativo russo, Alexander Balystri, ha chiesto alle sue squadre di “verificare” le dichiarazioni del propagandista e scrivere un rapporto. Un deputato di Russia Unita, Dmitry Savelyev, aveva anche chiesto severe sanzioni contro Anton Krassovski , accusato di “fornire al nemico una vera bomba nucleare informativa”.

“Mi dispiace così tanto per aver ignorato la battuta  sui bambini ” , ha poi scritto la persona in un breve messaggio. “Chiedo scusa a tutti coloro che sono rimasti scioccati da questo (…). Spero che mi perdonerete” , ha aggiunto questo ex oppositore di Vladimir Putin e difensore dei diritti LGBT, che si era finalmente unito a RT nell’ottobre 2020, per difendere un linea dura lì in coerenza con il Cremlino. Già lo scorso marzo Anton  Krassovski  aveva auspicato la “morte di tutti gli ucraini” , in un’intervista trasmessa da RT. Senza fare onde in quel momento.

 

 

Nel frattempo la caporedattrice di Rt Margarita Simonyan ha fatto sapere – citata da Nexta – che il canale televisivo ha deciso di sospendere qualsiasi tipo di collaborazione con Anton Krasovsky. Lui con una dichiarazione su Telegram si è scusato per le parole dette in diretta televisiva. «Sono davvero imbarazzato, spero che mi perdonerete».

 

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere