05 Ott, 2022

Ultimi Articoli

Mosca. Aveva criticato l’invasione in Ucraina. Dirigente petrolifero muore dopo caduta finestra ospedale

AgenPress – Il presidente del gigante petrolifero russo Lukoil, Ravil Maganov, è morto dopo essere caduto dalla finestra di un ospedale di Mosca, secondo quanto riferito.

Maganov ha criticato l’invasione dell’Ucraina.  La società ha confermato la sua morte ma ha detto solo che Maganov, 67 anni, era “morto a seguito di una grave malattia”.

I media russi hanno detto che era in cura all’ospedale clinico centrale di Mosca ed è morto per le ferite riportate.

Maganov è l’ultimo di una serie di dirigenti aziendali di alto profilo a morire in circostanze misteriose.

Le autorità investigative hanno detto che stavano lavorando sulla scena per stabilire come sia morto. L’agenzia di stampa Tass ha citato fonti che affermavano che era caduto da una finestra del sesto piano, aggiungendo in seguito che si era tolto la vita.

Negli ultimi anni, l’esecutivo aveva partecipato a riunioni regolari presso il ministero dell’Energia russo insieme ad altre compagnie petrolifere, discutendo la posizione della nazione sui livelli di produzione in vista delle riunioni dell’OPEC+. È stato nominato presidente nel 2020.

Lukoil è stato l’unico produttore di petrolio russo a chiedere una “rapida risoluzione del conflitto militare” in Ucraina all’inizio di marzo, subito dopo l’invasione del suo vicino da parte di Mosca è entrata nella sua seconda settimana. Vagit Alekperov, fondatore dell’azienda, amministratore delegato e anche uno dei principali azionisti, ha annunciato le sue dimissioni ad aprile dopo essere stato preso di mira dalle sanzioni internazionali. 

Il suo presidente miliardario, Vagit Alekperov, si è dimesso ad aprile dopo che il Regno Unito gli ha imposto sanzioni in risposta all’invasione.

Diversi oligarchi energetici russi sono morti in circostanze insolite negli ultimi mesi:

  • Il corpo del milionario Novatek, ex manager Sergei Protosenya, è stato trovato insieme a sua moglie e sua figlia in una villa spagnola ad aprile
  • Un ex vicepresidente della Gazprombank, Vladislav Avayev, è stato trovato morto con la moglie e la figlia nel loro appartamento di Mosca, sempre ad aprile
  • A maggio, un ex magnate della Lukoil, Alexander Subbotin, è morto per insufficienza cardiaca, secondo quanto riferito dopo aver cercato un trattamento alternativo da uno sciamano.

Lukoil è la più grande compagnia privata russa. Nella sua dichiarazione ha affermato che era grazie al talento manageriale di Maganov che si era evoluto in una delle più grandi aziende energetiche del mondo.

Ha iniziato a lavorare per la compagnia petrolifera privata nel 1993 e ha assunto la carica di presidente due anni fa.

 

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere