29 Gen, 2023

Ultimi Articoli

Mosca. Arrestata la donna che lasciò un biglietto di condanna di Putin sulla tomba dei suoi genitori

- Advertisement -

AgenPress – Una donna di Pietroburgo è stata posta agli arresti domiciliari per aver lasciato un biglietto sulla tomba di Maria e Vladimir Putin, genitori del presidente russo Vladimir Putin. La nota si rivolge ai “genitori di un serial killer” e chiede loro di “prenderlo, abbiamo così tanto dolore e miseria da parte sua”. L’ufficio del pubblico ministero ha definito le azioni di Tsybaneva “un crimine sfacciato”. 

Un tribunale distrettuale di San Pietroburgo ha messo agli arresti domiciliari la residente di 60 anni Irina Tsybaneva dopo averla giudicata colpevole di aver profanato un luogo di sepoltura con motivi politicamente o ideologicamente ostili. Il caso è stato avviato dopo che lei ha lasciato un biglietto sulla tomba dei genitori del presidente russo Vladimir Putin. La pena massima per questa accusa è di cinque anni.

Il 6 ottobre, Tsybaneva ha lasciato un biglietto sulla tomba di Maria e Vladimir Putin nel cimitero di Serafimovskoye. La nota recita:  “Vostro figlio si sta comportando in modo deplorevole. Marina le lezioni di storia, picchia i compagni del banco, minaccia di far saltare in aria l’intera scuola”. E si chiude con un’esortazione a tenere a bada le “intemperanze” del presidente della Federazione russa: “Vi prego di prendere delle misure (punitive)”.

La polizia è arrivata all’appartamento di Tsybaneva il 10 ottobre. Apparentemente è stata identificata e localizzata sulla base dei filmati delle telecamere di sorveglianza multiple del cimitero. La guardia del cimitero ha trovato il biglietto e lo ha inviato alla polizia.

Tsybaneva è stata presa in custodia dalla polizia dove, ha detto suo figlio Maxim alla pubblicazione Mediazona, “l’hanno tenuta rinchiusa per molto tempo”. A tarda sera ha chiamato suo figlio e gli ha detto che l’appartamento sarebbe stato perquisito. Successivamente è stata rinchiusa in una struttura di detenzione temporanea.

Tsybaneva ha subito confessato di aver scritto la nota. La polizia ha condotto un test del DNA, che ha mostrato tracce della sua pelle sulla carta. Un esperto di calligrafia ha confermato di aver scritto la nota. Un esame linguistico ha concluso che la nota contiene “una valutazione negativa del presidente russo Vladimir Putin”. 

Non è chiaro come Tsybaneva sia arrivata alla tomba dei genitori del presidente. La sicurezza nel cimitero e in particolare intorno alla tomba di Maria e Vladimir Putin è stata rafforzata alla fine di settembre, dopo che l’attivista Anastasia Filippova ha lasciato un piccolo segno lì. 

Secondo Maxim Tsybanev, la sicurezza del cimitero e gli agenti di polizia in servizio “si sono distratti e in qualche modo ha lasciato il biglietto”. 

Tsybanev ha spiegato le sue azioni alla corte, dicendo: “Stavo solo guardando una trasmissione televisiva, che era molto seria, e c’erano alcune notizie che mi hanno fatto… Mi sono reso conto che tutto è molto spaventoso, tutto è molto triste, molte persone sono state uccise .” 

L’ufficio del pubblico ministero ha richiesto che Tsybaneva fosse presa in custodia poiché aveva commesso un “crimine sfacciato”. Il pubblico ministero ha giustificato l’arresto, affermando che Tsybaneva “ha commesso un crimine il cui pericolo per il pubblico consiste nell’insultare la memoria dei morti e i sentimenti dei vivi verso i morti”.

Il tribunale ha condannato Tsybaneva agli arresti domiciliari fino all’8 novembre 2022 e le ha proibito di usare Internet, il telefono o la posta. Maxim Tsybanev ha detto a Mediazona “nel contesto delle azioni che ha intrapreso è troppo duro, ma, beh, nel contesto dell’attuale situazione in questo paese non è poi così male”.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere