02 Dic, 2022

Ultimi Articoli

L’UE pensa di pagare Elon Musk per continuare a fornire Internet Starlink all’Ucraina

- Advertisement -

AgenPress –  I paesi dell’UE stanno discutendo se contribuire con finanziamenti per garantire che gli ucraini mantengano il loro accesso ai servizi Internet vitali di Starlink attualmente pagati dal capo di Tesla Elon Musk.

Il ministro degli Esteri lituano Gabrielius Landsbergis ha svelato i piani, che sono in una fase iniziale, in un’intervista a POLITICO lunedì. 

La proposta segue gli avvertimenti di Musk secondo cui la sua compagnia spaziale SpaceX non poteva continuare a pagare indefinitamente gli ucraini per avere accesso ai servizi Internet Starlink, tra i suggerimenti che voleva che il governo degli Stati Uniti pagasse il conto. Musk, l’uomo più ricco del mondo, in seguito ha cambiato idea e ha detto che avrebbe continuato a finanziare il servizio. 

La notizia ha sollevato preoccupazioni sulla sicurezza del continuo accesso dell’Ucraina a un sistema di telecomunicazioni cruciale che ha svolto un ruolo vitale nelle loro controffensive contro le truppe russe nei territori occupati, oltre a mantenere collegata la popolazione civile.

Parlando con POLITICO, Landsbergis ha suggerito che l’accesso a Internet dell’Ucraina non dovrebbe essere lasciato nelle mani di una sola persona “superpotente” che potrebbe “svegliarsi un giorno e dire: ‘Questo non è più quello che mi sento di fare e questo è quanto. ‘ E il giorno dopo, gli ucraini potrebbero ritrovarsi senza Internet”.

“Ho pensato che probabilmente è molto meglio avere questo come accordo contrattuale tra, diciamo, una coalizione di paesi che potrebbero acquistare un servizio dal signor Musk, il servizio Starlink, e fornirlo agli ucraini e continuare fornendolo agli ucraini”.

L’argomento è entrato nella discussione lunedì nella riunione dei 27 ministri degli Esteri dell’UE, secondo Landsbergis. Il capo della politica estera dell’UE Josep Borrell ha sollevato l’argomento, “e anche alcuni paesi hanno aderito”, ha affermato il ministro, senza specificare quali paesi. “Se succede nell’UE, è ancora meglio. Non vedo perché non potrebbe.”

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere