05 Feb, 2023

Ultimi Articoli

Los Angeles. Harvey Weinstein giudicato colpevole nel secondo processo per crimini sessuali

- Advertisement -

AgenPress – L’ex magnate del cinema di Hollywood Harvey Weinstein è stato giudicato colpevole da una giuria di Los Angeles per aver stuprato una donna.

Il 70enne vincitore dell’Oscar rischia fino a 24 anni di carcere quando viene condannato.

Sta già scontando 23 anni di carcere dopo essere stato condannato per stupro e violenza sessuale al suo primo processo a New York due anni fa.

Weinstein è stato dichiarato colpevole lunedì di stupro e due accuse di violenza sessuale che coinvolgono un accusatore, noto come Jane Doe 1 per proteggere il suo anonimato.

La giuria non è riuscita a emettere verdetti sulle accuse di Jennifer Siebel Newsom, la moglie del governatore della California Gavin Newsom, e una donna nota come Jane Doe 2. Su questi capi è stato dichiarato un errore giudiziario.

È stato anche assolto dall’accusa di violenza sessuale contro un accusatore noto come Jane Doe 3.

Il produttore di Shakespeare in Love e Pulp Fiction e co-fondatore della società di intrattenimento Miramax indossava un abito grigio ed era pallido al tribunale di Los Angeles lunedì.

Sono state ascoltate dozzine di testimoni in più di quattro settimane di testimonianze spesso emotive.

Ma il verdetto di lunedì si è concentrato sulle accuse di quattro donne che risalgono al periodo 2005-13.

La giuria di otto uomini e quattro donne ha trascorso nove giorni a deliberare su tre accuse di stupro e altri quattro conteggi di violenza sessuale.

La donna che Weinstein è stata condannata lunedì per stupro, Jane Doe 1, era una modella di origine russa.

Prima testimone del processo, ha testimoniato di essere a Los Angeles per un festival del cinema italiano nel febbraio 2013 quando il produttore è arrivato senza invito nella sua camera d’albergo a Beverly Hills e l’ha violentata.

Ha detto dopo il verdetto: “Harvey Weinstein ha distrutto per sempre una parte di me quella notte del 2013 e non la riavrò mai indietro.

“Il processo penale è stato brutale e gli avvocati di Weinstein mi hanno fatto passare un inferno sul banco dei testimoni, ma sapevo che dovevo andare fino in fondo, e l’ho fatto.

“Spero che Weinstein non abbia mai visto l’esterno di una cella di prigione durante la sua vita.”

La signora Siebel Newsom ha testimoniato con commozione che era una regista di documentari quando è stata violentata da Weinstein in una stanza d’albergo nel 2005.

 

Una massaggiatrice, Jane Doe 3, ha testimoniato che Weinstein l’aveva intrappolata e aggredita sessualmente nel bagno di un hotel nel 2010. È stato scagionato da quell’attacco.

La sua condanna a New York nel 2020 è stata un momento fondamentale per il movimento #MeToo, che da diversi anni denunciava diffusi abusi e molestie sessuali nell’industria cinematografica.

Weinstein sta attualmente facendo appello contro la condanna di New York.

Più di 80 donne si sono fatte avanti con accuse di violenza sessuale e cattiva condotta contro Weinstein per diversi decenni.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere