27 Set, 2022

Ultimi Articoli

Israele. Yair Lapid partecipa ad evento LGBTQ. Ogni persona ha il diritto di essere genitore e creare una famiglia

AgenPressIl primo ministro Yair Lapid sabato ha partecipato ad un raduno LGBTQ, in quella che ha detto essere la prima volta per un premier israeliano in carica.

“Ogni persona ha il diritto fondamentale di essere un genitore e di creare una famiglia”, ha detto all’evento a Tel Aviv in occasione dei 20 anni dalla fondazione di Israel Gay Youth, che serve i giovani LGBTQ in Israele, affermando che la visita di Lapid è stata la prima volta per un primo ministro in carica e che ha segnato un’importante pietra miliare, secondo il sito di notizie ebraico Ynet.

“Il governo israeliano si opporrà a qualsiasi manifestazione di violenza o odio contro la comunità [LGBTQ]”, ha aggiunto Lapid. “Nessuno ha un mandato sul tuo corpo e sicuramente non sui tuoi sentimenti”.

Il primo ministro ha affermato che un’ampia fascia di israeliani sostiene il matrimonio tra persone dello stesso sesso, che è illegale in Israele, citando un sondaggio del 2019 in cui si afferma che il 78% ritiene che il matrimonio gay e le unioni civili dovrebbero essere legali.

“Se la maggior parte del pubblico è con noi, perché tutte le nostre proposte in materia sono cadute o si sono bloccate? Perché sono il primo primo ministro israeliano ad arrivare a un evento per la comunità gay?” ha chiesto Lapid retoricamente, accusando altri politici di essere “spaventati” di sostenere i cambiamenti.

“La nostra missione di persone che credono nel rispetto e nell’uguaglianza per tutti è urlare e combattere non meno degli omofobi e dei razzisti. Stanno perdendo questa guerra. Rimarranno razzisti e omofoni, ma i loro figli non lo saranno più”, ha aggiunto.

Prima del suo crollo a giugno e dell’indizione di nuove elezioni, il governo guidato da Lapid e dall’allora primo ministro Naftali Bennett non si occupava ampiamente di questioni relative ai diritti dei gay. I diversi partiti della coalizione erano spesso in contrasto tra loro sulla questione, sebbene il ministro della Salute Nitzan Horowitz e il suo partito di sinistra Meretz abbiano fatto della parità di diritti per la comunità LGBTQ un elemento centrale delle loro politiche.

All’inizio di quest’anno, il ministero della Salute ha iniziato a consentire alle coppie dello stesso sesso, agli uomini single e alle persone transgender di fare i genitori attraverso la maternità surrogata, un’opzione che in precedenza era loro vietata in Israele. La decisione era in linea con una sentenza dell’Alta Corte di giustizia in materia.

La maternità surrogata come via per la genitorialità era stata aperta solo alle coppie sposate eterosessuali e alle donne single che hanno una connessione genetica con il bambino. Lo scorso luglio l’Alta Corte di Giustizia ha stabilito che tutta la legislazione che nega i diritti di maternità surrogata alle coppie dello stesso sesso e agli uomini single sarebbe stata nulla.

 

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere