29 Gen, 2023

Ultimi Articoli

Inondazioni Nigeria. Centinaia di morti, oltre 1,4 mln di sfollati. Migliaia di case danneggiate, terreni distrutti

- Advertisement -

AgenPress – Più di 1,4 milioni di persone sono state sfollate e circa 500 persone sono morte in alcune delle peggiori inondazioni che la Nigeria abbia mai visto in un decennio, ha affermato mercoledì il ministero umanitario del paese.

A partire da martedì, “oltre 1,4 milioni di persone sono state sfollate, circa 500 persone sono state dichiarate morte, 790.254 persone si sono trasferite fuori dalle loro posizioni e 1.546 persone sono rimaste ferite”, ha affermato Nasir Sani-Gwarzo, segretario permanente del Ministero degli Affari Umanitari, Disaster Management e sviluppo sociale, in un comunicato.

La dichiarazione ha aggiunto che 45.249 case sono state “totalmente danneggiate”, 76.168 ettari di terreni agricoli sono stati parzialmente distrutti e 70.566 ettari di terreni agricoli sono stati completamente distrutti.

Le ultime cifre rappresentano un aumento significativo delle vittime e degli sfollati a causa della devastante crisi delle inondazioni in Nigeria quest’anno. Il mese scorso, l’Agenzia nazionale per la gestione delle emergenze (NEMA) del paese ha dichiarato che almeno 300 persone erano morte e più di 100.000 altre erano state sfollate dall’inizio della stagione delle piogge.

La scorsa settimana, 76 persone sono morte per annegamento nello stato sud-orientale di Anambra quando la loro barca si è capovolta mentre cercavano di sfuggire a forti inondazioni. In precedenza, sei persone, tra cui un bambino, sarebbero morte nel vicino stato di Kogi centro-settentrionale, dove il suo distretto di Ibaji più colpito è stato completamente sommerso al culmine delle inondazioni iniziate a fine settembre. In alcune parti di Kogi e Anambra, le inondazioni erano aumentate fino ai tetti.

Parlando ai giornalisti mercoledì, il governatore dello stato di Kogi Alhaji Yahaya Bello ha dichiarato: “L’inondazione nello stato di Kogi è più di qualsiasi altra alluvione ovunque”.

Ha aggiunto che il motivo del livello più alto di inondazioni era dovuto ai due fiumi principali – Niger e Benue – che si incontravano nello stato di Kogi.

Bello ha sollecitato l’assistenza federale e internazionale per combattere le inondazioni e fornire soccorso, dicendo: “Chiedo al governo federale, invito il presidente [Muhammadu] Buhari, invito la Banca Mondiale e tutte le altre agenzie di donatori a venire in nostro aiuto”.

Il NEMA ha affermato che l’aumento delle precipitazioni e il rilascio di acqua in eccesso da una diga nel vicino Camerun hanno contribuito alle inondazioni in Nigeria.

Secondo il ministero umanitario, le inondazioni di quest’anno sono state simili all’ultima grande inondazione in Nigeria nel 2012, che ha ucciso 363 persone e ha causato lo sfollamento di 600.000 .

La National Inland Waterways Authority della Nigeria ha affermato che l’alluvione del 2012 è salita al livello di 12,84 metri (42 piedi) mentre l’ultima inondazione è stata misurata a 13,22 metri (43 piedi).

Le immagini catturate dal Landsat 9 della Nasa rivelano che le acque alluvionali hanno “inondato numerose comunità” lungo le rive di entrambi i fiumi e la pesante distruzione nella capitale dello stato di Kogi, Lokoja. L’immagine illustra ulteriormente che l’acqua ha raggiunto il sud di Kogi e lo stato settentrionale di Anambra.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere