03 Dic, 2022

Ultimi Articoli

Il Canada conta i danni lasciati dall’uragano Fiona. Diffuse ancora le interruzioni di corrente

- Advertisement -

AgenPress – Le persone in tutto il Canada atlantico stanno iniziando a valutare i danni e a ripulire dopo che la tempesta post-tropicale Fiona ha colpito la regione sabato .

Il primo ministro Justin Trudeau ha annullato il suo viaggio in Giappone per i funerali dell’ex primo ministro Shinzo Abe e si recherà nelle zone colpite. “Il governo è pronto a sostenere le province con tutte le risorse necessarie. Stiamo pensando prima di tutto alle persone che hanno passato 12 ore terribili”.

A partire dalle 9:00, i resti di Fiona si trovano sul Labrador sud-orientale e si sono fusi con una depressione, una lunga regione a bassa pressione atmosferica.

Secondo Environment Canada, Fiona ha trascorso la domenica mattina presto spostandosi nell’entroterra del Quebec sud-orientale come tempesta post-tropicale. Si prevede che si dissipi nel Mare del Labrador.

L’agenzia ha affermato che i venti erano a 80 km/he tutti gli avvisi di vento associati alla tempesta sono terminati.

A Terranova, alcune case sono state spazzate via o rase al suolo, altre sono state allagate, le strade sono state spazzate via e le persone sono state evacuate. Il danno è stato più eclatante a Port aux Basques, dove massi e detriti erano sparsi per tutta la comunità .

Domenica mattina, il meteorologo della CBC Ashley Brauweiler ha affermato che la maggior parte dei danni a Port aux Basques è stata causata da una tempesta.

L’Esercito della Salvezza ha coordinato un rifugio di emergenza per le persone sfollate dalle loro case nell’area di Port aux Basques presso la scuola locale.

In Nuova Scozia, centinaia di migliaia di clienti erano senza elettricità domenica e le forze armate canadesi sono state chiamate per aiutare a ripristinare l’elettricità.

Il presidente della Nova Scotia Power Peter Gregg ha dichiarato  che l’utilità sa che “ci saranno clienti che dovranno affrontare interruzioni per più giorni” dati i danni creati dalla tempesta.

Due comuni di Cape Breton hanno dichiarato lo stato di emergenza. I venti più veloci hanno raggiunto i 171 km/h ad Arisaig, appena a nord di Antigonish.

Ottawa ha anche approvato la richiesta di finanziamento della Nuova Scozia per l’assistenza in caso di calamità per aiutare i comuni a riparare le infrastrutture danneggiate e per aiutare individui e piccole imprese a pagare le perdite non assicurate

Sull’Isola del Principe Edoardo, i venti hanno raggiunto i 150 km/he sono caduti quasi 100 millimetri di pioggia, case e aziende sono state danneggiate e allagate e ad un certo punto circa il 95% dei clienti di Maritime Electric ha perso elettricità .

Il premier Dennis King ha detto domenica che la strada per la guarigione della sua provincia “sarà di settimane o più” poiché il danno potrebbe essere stato “il peggiore che abbiamo mai visto” a causa di una tempesta tropicale. 

Ai residenti di Charlottetown viene ora chiesto di stare lontano dalle strade e ripararsi sul posto dopo che la tempesta si è precipitata sull’isola. 

Nel New Brunswick le strade sono state allagate, un ponte è stato distrutto e decine di migliaia di persone sono rimaste senza elettricità. Ai residenti viene anche chiesto di stare lontano da aree pericolose e devastate dalle tempeste.

Bill Hogan, ministro della pubblica sicurezza della provincia, ha affermato che ci vorrà del tempo per calcolare completamente i danni causati dalla tempesta post-tropicale Fiona, ma si aspetta che gli aiuti saranno messi a disposizione dei residenti colpiti .

Le interruzioni di corrente sono ancora diffuse domenica mattina, con oltre 365.000 clienti all’oscuro nelle quattro province atlantiche, di cui oltre 260.000 in Nuova Scozia.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere