25 Set, 2022

Ultimi Articoli

Hong Kong. Arrestato il presidente dell’Associazione giornalisti per ostruzione alla polizia e disordini pubblici

AgenPress – Ronson Chan, il presidente del più grande gruppo di giornalisti di Hong Kong, è stato arrestato mentre riferiva di una riunione del comitato dei proprietari di case per il canale online Channel C.

Secondo un post Instagram di Channel C pubblicato mercoledì alle 14:00, al giornalista veterano e vicedirettore di Channel C è stato chiesto di mostrare la sua carta d’identità alla polizia al MacPherson Stadium di Mong Kok, dopo di che è stato portato a Stazione di polizia di Mong Kok.

Lo stadio è stato la sede di un incontro tra i membri del comitato dei proprietari di Long Ping Estate.

La polizia ha detto che gli agenti hanno visto due uomini “sospetti” all’incrocio tra Nelson Street e Yim Po Fong Street a Mong Kok e hanno chiesto agli uomini di mostrare le loro carte d’identità. Secondo la dichiarazione della polizia, l’uomo di cognome Lee avrebbe collaborato, mentre l’altro, un 41enne di cognome Chan, si sarebbe rifiutato di ottemperare alla richiesta nonostante i molteplici avvertimenti.

Chan è stato quindi arrestato con due accuse – per ostruzione agli agenti di polizia e disordini in un luogo pubblico – ed è attualmente in custodia presso la stazione di polizia di Mong Kok.

Dopo i disordini del disegno di legge anti-estradizione del 2019 e l’emanazione della legge sulla sicurezza nel giugno 2020, i gruppi della società civile, compreso il gruppo guidato da Chan, l’ Associazione dei giornalisti di Hong Kong (HKJA), hanno subito pressioni da parte delle autorità e critiche da parte di media sostenuti dallo stato.

Chan ha iniziato il suo secondo mandato come presidente dell’HKJA a giugno, dopo aver annunciato che avrebbe lasciato la città per sei mesi per unirsi al programma di borse di studio del Reuters Institute presso l’Università di Oxford all’inizio di ottobre.

In precedenza era stato interrogato dalla polizia in relazione a un’indagine sul suo ex datore di lavoro, Stand News.

Stand News è stato costretto a cessare le attività lo scorso dicembre dopo che la sua redazione è stata perquisita da agenti di polizia del Dipartimento di sicurezza nazionale e sette persone collegate all’outlet sono state arrestate. La fonte di notizie online senza scopo di lucro è stata fondata nel dicembre 2014 e aveva un’inclinazione a favore della democrazia.

Come il suo predecessore Carrie Lam, l’amministratore delegato John Lee ha affermato che la libertà di stampa a Hong Kong non è a rischio.

Lee era il capo della sicurezza della città quando Pechino, due anni fa, ha imposto l’ampia legislazione sulla sicurezza nazionale a Hong Kong. Dall’inizio della legge, le redazioni sono state perquisite e diverse redazione sono stati chiuse, alcune dopo che i loro principali redattori sono stati arrestati per accuse di sicurezza nazionale o sedizione.

Nella corsa alla corsa alla leadership in cui ha corso incontrastato, Lee aveva detto che la libertà di stampa esisteva in città e  non c’era bisogno di chiedergli di “difenderla” .

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere