27 Nov, 2022

Ultimi Articoli

Giornata lavaggio mani. Unicef. 2,3 mld di bambini non ha risorse per lavarsi a casa

- Advertisement -

AgenPress – In occasione della Giornata Mondiale del lavaggio delle mani (Global Handwashing Day, oggi), l’UNICEF ricorda che lavarsi le mani è uno degli strumenti fondamentali per prevenire le infezioni, e anche uno dei più vecchi e che ancora ogni giorno nel mondo muoiono 700 bambini per malattie causate da servizi idrici e igienici non adeguati.

Lavare le mani col sapone è uno dei modi più economici per migliorare salute e benessere riducendo: le Malattie diarroiche del 30% ; le Infezioni respiratorie acute fino al 20% ; le morti infantili causate da infezioni del 27% ; le giornate di scuola perse del 43% ; la trasmissione di epidemie legate ad agenti patogeni come colera, ebola, shigellosi, SARSepatite E e COVID-19.

Quest’anno il tema della giornata è “Uniti per l’Igiene delle Mani Universale” per chiedere ai governi, ai partner di sviluppo, ad imprese, istituzioni e ricercatori di cambiare il focus dagli impegni alle azioni per accelerare i progressi e raggiungere l’Igiene delle Mani Universale.

A livello globale l’accesso alle strutture e ai prodotti per lavarsi le mani rimane diseguale:

  • Nel 2020, solo il 71% delle persone nel mondo ha avuto accesso a un luogo e a una struttura per lavarsi le mani con acqua e sapone nella propria casa.
  • 2,3 miliardi di bambini non hanno risorse per lavarsi le mani a casa, comprese 670 milioni di persone che non hanno del tutto impianti per lavare le mani.
    · Nei paesi meno sviluppati circa due terzi delle persone non hanno strutture di base per lavare le mani a casa.
  • nel mondo 3,85 miliardi di persone non dispongono di impianti idrici (strutture per lavarsi le mani) di base dotati di acqua e sapone o di un disinfettante per le mani a base di alcol nei luoghi in cui i pazienti ricevono le cure e nei bagni di queste strutture.
  • Al ritmo attuale dei progressi 1,9 miliardi di persone non avranno ancora la possibilità di lavarsi le mani a casa entro la fine dell’era degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, nel 2030.

Lavarsi le mani aiuta a controllare le malattie e rafforza l’abitudine sull’igiene

La pratica del lavaggio delle mani controlla malattie che tengono i bambini fuori dalle scuole e praticarla a scuola insegna e rafforza abitudini sull’igiene delle mani a casa.

  • Nel 2021, 121 paesi avevano stime nazionali sull’igiene di base a scuola, rappresentando il 57% della popolazione in età scolare globale.
  • Il 58% delle scuole aveva servizi igienici di base (strutture per lavare le mani con acqua e sapone), lasciando 802 milioni di bambini senza accesso a impianti idrici di base a scuola.
  • Circa due terzi delle scuole in Africa Sub-Sahariana non aveva del tutto impianti idrici.
  • A partire dal 2021, per raggiungere l’accesso universale all’igiene delle mani nelle scuole sarà necessario aumentare di cinque volte l’attuale tasso di progresso.

Lavare le mani è fondamentale per la salute e la sopravvivenza dei bambini, soprattutto nel periodo neonatale.

  • La diarrea è ancora uno dei killer principale dei bambini nel mondo.
  • Una puntuale igiene delle mani previene fino al 50% delle infezioni evitabili contratte durante
  • l’erogazione dell’assistenza sanitaria, comprese quelle che colpiscono il personale sanitario.
- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere