07 Ott, 2022

Ultimi Articoli

Funerali Dugina. Lavrov, non avremo nessuna pietà per il killer. Dugin. “E’ morta per la Russia, per il popolo”

AgenPress – Centinaia di persone a Mosca hanno partecipato ai funerali di Darya Dugina, figlia dell’intellettuale Alexander, uccisa in un attentato nella capitale. Molti partecipanti alla cerimonia funebre hanno portato fiori nel centro televisivo Ostankino dove il ritratto della giovane in bianco e nero è stato esposto du una bara aperta. Seduti accanto il padre e la madre vestiti di nero.

La Russia non avrà “nessuna pietà” per i killer di Darya Dugina, ha detto il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov.

 “Non ci può essere pietà” per chi è dietro l’autobomba che ha ucciso la figlia dell’intellettuale ultranazionalista filo-Cremlino Alexander Dugin, ha affermato Sergei Lavrov ad una conferenza stampa a Mosca. “Speriamo che l’indagine si concluda presto. Secondo i risultati di questa indagine, non ci può essere pietà per quanti hanno organizzato, ordinato ed eseguito” l’attentato.

Suo padre Alexander Dugin le ha reso omaggio come “stella nascente all’inizio del suo viaggio”. È stata brutalmente uccisa davanti a lui dai nemici della Russia, ha detto, e ha continuato a chiedere la vittoria sull’Ucraina. “E’ morta per la Russia, per il popolo”.

La TV di stato russa ha trasmesso le immagini in diretta del servizio funebre al centro televisivo di Ostankino a Mosca. 

I parlamentari russi l’hanno definita una “guerriera per la sovranità della Russia”. Un controverso parlamentare, Leonid Slutsky, ha chiesto che una piazza a Kiev venisse rinominata in onore di Darya una volta che la “denazificazione” – codice per la Russia che annette l’Ucraina – fosse stata “completata”.

Tutti i canali televisivi hanno riportato come fatti le affermazioni del servizio di sicurezza dell’FSB secondo cui il colpevole era un agente segreto ucraino a bordo di una Mini Cooper.

Ma alcuni si chiedono come le autorità russe avrebbero risolto questo caso e la velocità con cui lo hanno fatto. L’FSB ha impiegato meno di due giorni per “risolvere” l’omicidio, rilasciando una dichiarazione dettagliata e materiale video.

Molti politici dell’opposizione, la maggior parte dei quali ora vive all’estero a causa della persecuzione in Russia, si sono chiesti perché altri omicidi politici in Russia rimangono irrisolti, spesso per molti anni. Ci sono anche altre preoccupazioni: che l’omicidio di Darya possa diventare un pretesto per una maggiore repressione in Russia o per ulteriori attacchi contro l’Ucraina.

Dugina è stata una voce sostenitrice dell’invasione russa dell’Ucraina e un commentatore politico per l’organizzazione del Movimento Eurasiatico Internazionale di suo padre. Ha scritto regolarmente per i media pro-Cremlino ed era stata sanzionata dal Regno Unito a luglio in quanto “una frequente e di alto profilo che contribuisce alla disinformazione in relazione all’Ucraina”.

“Mia figlia Darya Dugina è stata brutalmente uccisa davanti a me”, si legge nella sua dichiarazione su Telegram . “Era una bellissima donna ortodossa, patriota, giornalista di guerra, esperta per la tv centrale e filosofa”.

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere