05 Ott, 2022

Ultimi Articoli

Fumio Kishida, l’invasione russa dell’Ucraina calpesta la filosofia e i principi della Carta delle Nazioni Unite

AgenPress – Il primo ministro giapponese Fumio Kishida ha espresso delusione per la mancata risposta del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite all’invasione russa dell’Ucraina a causa del diritto di veto della Russia, chiedendo riforme che consentirebbero alle Nazioni Unite di difendere meglio la pace e l’ordine globale.

Le Nazioni Unite giocavano un ruolo centrale nel mantenimento della pace nel mondo, ma “le fondamenta dell’ordine internazionale sono violentemente scosse in questo momento”, ha detto Kishida in un discorso all’assemblea annuale dei leader mondiali dell’ONU.

“L’invasione russa dell’Ucraina calpesta la filosofia ei principi della Carta delle Nazioni Unite e l’idea che tutte le nazioni dovrebbero seguire lo stato di diritto”, ha affermato. La Russia è un membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e ha respinto le critiche alle sue azioni in Ucraina.

“Dobbiamo affrontare la realtà che l’integrità delle Nazioni Unite è a rischio a causa dell’invasione dell’Ucraina da parte della Russia, che è un membro del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite”, ha affermato Kishida. Le riforme sono state discusse per quasi 30 anni, ha detto. “Ciò di cui abbiamo bisogno è un’azione per le riforme, non solo parlare”.

Il Giappone ha cercato a lungo di riformare il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, affermando che è stato progettato dai vincitori della seconda guerra mondiale e non riflette la realtà della società internazionale. Il Giappone ha promosso un piano di riforme con Germania, India e Brasile come Gruppo dei Quattro dal 2004. Il raggiungimento di cambiamenti, tuttavia, richiederebbe un cambiamento della Carta delle Nazioni Unite difficile da realizzare.

Kishida ha affermato che il Giappone si impegna a fornire un maggiore sostegno alle Nazioni Unite per aiutarle a svolgere un ruolo maggiore nel mantenere la pace e la sicurezza globali.

Il Giappone sarà uno dei membri non permanenti del Consiglio di sicurezza a partire da gennaio. Kishida ha promesso che il Giappone “ascolterà sinceramente le voci piccole, non solo le voci grandi, al fine di rafforzare lo stato di diritto nella società internazionale”.

Kishida, che viene da Hiroshima, la prima città ad essere attaccata da un’arma atomica, ha affermato di essere impegnato a creare un mondo senza armi nucleari. Ha espresso disappunto per il fallimento dei negoziatori il mese scorso nel raggiungere un accordo sul Trattato di non proliferazione nucleare delle Nazioni Unite – considerato la pietra angolare del disarmo nucleare – a causa del rifiuto della Russia.

Kishida ha detto che non ha rinunciato alla speranza. Ha detto che è anche disponibile a tenere colloqui senza precondizioni con il leader nordcoreano Kim Jong Un sulle ambizioni di armi nucleari di quel paese e sul rapimento di cittadini giapponesi nel nord.

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere