30 Gen, 2023

Ultimi Articoli

Frase shock di Putin: “non vogliamo distruggere l’Ucraina”. Dimentica le vittime e le distruzioni fino ad oggi

- Advertisement -

AgenPressIl presidente russo Vladimir Putin ha affermato che non ci sono piani per espandere la mobilitazione militare e che la campagna terminerà entro due settimane.

La mobilitazione sta finendo. Presumo che tra due settimane  tutte le attività di mobilitazione saranno completate in due settimane e non è prevista alcuna coscrizione aggiuntiva.

Putin ha detto che delle 300.000 persone che si prevede di mobilitare, 223.000 sono state convocate nell’ambito della “mobilitazione parziale”, che 33.000 mobilitati sono già nelle unità e 16.000 sono impegnati nei combattimenti in Ucraina.

Circa 222.000 dei 300.000 russi previsti sono già stati arruolati nell’esercito finora, ha aggiunto il leader russo.

“La Russia non si è assunta il compito di distruggere l’Ucraina”, ha aggiunto affermando che al momento non c’è più bisogno di “attacchi massicci” sulle infrastrutture ucraine. “La Russia non vuole distruggere l’Ucraina”. Frase che contraddice il disastro che ha causato con l’invasione in Ucraina, le vittime, le distruzione di edifici residenziali ed infrastrutture.

“L’invio di truppe della Nato in Ucraina per un confronto diretto con l’esercito russo sarebbe molto pericoloso e potrebbe causare una catastrofe globale”, ammonisce Putin.

Putin  ha confermato che la Russia è aperta alla prospettiva di colloqui con l’Ucraina, non vedendo “la necessità” di colloqui con Joe Biden.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere