04 Dic, 2022

Ultimi Articoli

Fondatore Gruppo Wagner chiede di bloccare YouTube in Russia e dichiarare Google “indesiderabile”

- Advertisement -

AgenPress – L’uomo d’affari e fondatore di PMC Wagner Evgeny Prigozhin ha fatto appello al procuratore generale russo per limitare l’accesso al servizio di condivisione video YouTube e per dichiarare le attività di Google in Russia “indesiderabili”. La società di Prigozhin, Konkord, ha condiviso l’appello sulla sua pagina VKontakte.

“YouTube è pieno di falsi volti a screditare l’esercito russo, diffondendo consapevolmente informazioni false sulle attività delle forze armate russe, delle autorità governative e dell’amministrazione e delle forze patriottiche”, si legge nell’appello.

L’uomo d’affari ritiene che gli Stati Uniti stiano conducendo una guerra dell’informazione contro la Russia: “per le sue principali armi distruttive utilizza attivamente la disinformazione e atteggiamenti negativi, che instilla con l’aiuto di YouTube”. Prigozhin ha aggiunto che YouTube ha una “politica coerente di censura dei canali russi” e che ha recentemente limitato l’accesso all’account del Consiglio della Federazione.

A marzo, nel contesto dell’invasione russa dell’Ucraina, il servizio ha bloccato i canali dei media statali russi, tra cui RT, Sputnik, la società Rossiya Sevodnya [Russia Today] e il gruppo mediatico RBK.

A marzo, RIA Novosti ha citato fonti che sostenevano che la Russia avrebbe presto bloccato YouTube, ma non è successo. A causa della minaccia di un divieto, Google, che possiede YouTube, ha rimosso di nascosto alcuni dei suoi dipendenti dal Paese.

A ottobre, dopo che YouTube ha bloccato i canali del Consiglio della Federazione, il Ministero dello Sviluppo Digitale russo ha dichiarato che non c’erano piani per bloccare l’accesso a YouTube. Alexander Moiseev, CEO della piattaforma video russa Rutube, ha affermato che il blocco di YouTube non aiuterebbe lo sviluppo dell’hosting video russo.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere