08 Dic, 2022

Ultimi Articoli

Florida. Perquisita da FBI la villa di Donald Trump. “La mia bella casa, Mar-A-Lago a Palm Beach è sotto assedio”

- Advertisement -

AgenPress – L’FBI ha perquisito la tenuta Mar-a-Lago di Donald Trump nell’ambito di un’indagine per verificare se avesse portato documenti riservati dalla Casa Bianca alla sua residenza in Florida, hanno detto lunedì persone che hanno familiarità con la questione, una mossa che rappresenta un drammatico e un’escalation senza precedenti del controllo delle forze dell’ordine dell’ex presidente.

L’ex presidente ha confermato che gli agenti dell’FBI erano a Mar-a-Lago e ha detto che “hanno persino perquisito la mia  cassaforte”. Era alla Trump Tower di New York quando il mandato di perquisizione è stato eseguito in Florida, ha detto alla CNN una persona familiare.
“La mia bella casa, Mar-A-Lago a Palm Beach, in Florida, è attualmente sotto assedio, perquisita e occupata da un folto gruppo di agenti dell’FBI”, ha detto Trump in una dichiarazione lunedì sera.
La mossa straordinaria di perquisire la casa di un ex presidente alza la posta in gioco per il Dipartimento di Giustizia e arriva mentre i problemi legali di Trump continuano su più fronti. Trump dovrebbe anche annunciare nei prossimi mesi che lancerà un’altra offerta per la Casa Bianca nel 2024.

Christina Bobb, l’avvocato di Trump, ha affermato che l’FBI ha sequestrato i documenti. “Il presidente Trump e il suo team legale hanno collaborato con i funzionari dell’FBI e del Dipartimento di Giustizia in ogni fase del processo. L’FBI ha condotto un raid senza preavviso e sequestrato carta”, ha detto Bobb

Trump, rivelando la ricerca in una lunga dichiarazione, ha affermato che gli agenti avevano aperto una cassaforte a casa sua e ha descritto il loro lavoro come un “irruzione senza preavviso” che ha paragonato a una “cattiva condotta dell’accusa”.

La perquisizione intensifica l’indagine lunga mesi su come i documenti classificati siano finiti in più di una dozzina di scatole situate a Mar-a-Lago all’inizio di quest’anno. Si verifica nel mezzo di un’indagine separata del gran giurì sugli sforzi per ribaltare i risultati delle elezioni presidenziali del 2020 e si aggiunge al potenziale pericolo legale per Trump mentre getta le basi per un’altra corsa.

Esistono diverse leggi federali che disciplinano la gestione di documenti riservati e documenti governativi sensibili, compresi gli statuti che rendono reato rimuovere tale materiale e conservarlo in un luogo non autorizzato. Sebbene un mandato di perquisizione non suggerisca che le accuse penali siano vicine o addirittura previste, i funzionari federali che cercano di ottenerne uno devono prima dimostrare a un giudice di avere una probabile causa che si è verificato un crimine.

“Dopo aver lavorato e collaborato con le agenzie governative competenti, questo raid senza preavviso nella mia casa non era necessario o appropriato”.

La portavoce del Dipartimento di Giustizia Dena Iverson ha rifiutato di commentare la ricerca, incluso se il procuratore generale Merrick Garland l’avesse autorizzata personalmente.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere