03 Dic, 2022

Ultimi Articoli

Eurostat. Nel primo semestre 2022 boom prezzi elettricità in Europa, meno che in Olanda, -54%

- Advertisement -

AgenPress – Nella prima metà del 2022, i prezzi medi dell’elettricità per uso domestico nell’UE sono aumentati notevolmente rispetto allo stesso periodo del 2021, da 22,0 € per 100 kWh a 25,3 € per 100 kWh. Anche i prezzi medi del gas sono aumentati rispetto allo stesso periodo del 2021 da 6,4 € per 100 kWh a 8,6 € per 100 kWh nella prima metà del 2022. Più recentemente, i prezzi all’ingrosso dell’elettricità e del gas sono aumentati notevolmente in tutta l’UE. I costi energetici e di approvvigionamento influenzati dall’attuale situazione geopolitica, l’aggressione militare russa in Ucraina, hanno guidato principalmente l’aumento.

Rispetto a un anno fa, il peso delle tasse e dei prelievi nelle bollette finali dell’elettricità e del gas addebitate alle famiglie nell’UE nella prima metà del 2022 è diminuito in modo significativo poiché gli Stati membri hanno introdotto indennità e sussidi governativi per mitigare i costi energetici elevati. Rispetto al primo semestre 2021, la quota delle tasse sulla bolletta elettrica è fortemente diminuita dal 39% al 24% (-15,5%) e sulla bolletta gas dal 36% al 27% (-8,6%).

I prezzi dell’elettricità sono aumentati in tutti gli Stati membri tranne cinque

I prezzi dell’elettricità per uso domestico sono aumentati in 22 Stati membri dell’UE nella prima metà del 2022, rispetto alla prima metà del 2021. L’aumento maggiore (espresso in valute nazionali) è stato registrato in Cechia (+62% ), davanti a Lettonia (+59%) e Danimarca (+57%). 

I dati indicano cinque diminuzioni dei prezzi dell’elettricità per uso domestico tra gli Stati membri: Paesi Bassi (-54%), Slovenia (-16%), Polonia (-3%), Portogallo e Ungheria (entrambi -1%). I cali in Olanda, Slovenia e Polonia sono legati a sussidi e indennità governative, mentre in Ungheria i prezzi sono regolamentati.

Espressi in euro, i prezzi medi dell’elettricità per uso domestico nella prima metà del 2022 erano i più bassi in Olanda (5,9 € per 100 kWh), Ungheria (9,5 €) e Bulgaria (10,9 €) e i più alti in Danimarca (45,6 €), Belgio (€ 33,8), Germania (32,8 €) e Italia (31,2 €). 

I prezzi del gas sono aumentati in quasi tutti gli Stati membri dell’UE
Tra la prima metà del 2021 e la prima metà del 2022, i prezzi del gas sono aumentati in 23 dei 24 Stati membri dell’UE per i quali sono disponibili dati. I prezzi del gas sono aumentati maggiormente in Estonia (+154%), Lituania (+110%) e Bulgaria (+108%), trainati principalmente dal costo dell’energia. C’è stato un solo Stato membro in cui i prezzi del gas naturale per i consumatori domestici sono diminuiti marginalmente nello stesso periodo: l’Ungheria (-0,5%), dove i prezzi sono regolamentati.

Espressi in euro, i prezzi medi del gas per uso domestico nella prima metà del 2022 erano i più bassi in Ungheria (2,9 € per 100 kWh), Croazia (4,1 €) e Lettonia (4,6 €) e i più alti in Svezia (22,2 €), Danimarca (16,0 €). ) e Paesi Bassi (12,9 €). 

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere