04 Feb, 2023

Ultimi Articoli

Ecco come si misura (davvero) la pressione

- Advertisement -

AgenPress. La prevenzione del rischio cardiovascolare passa anche attraverso un corretto monitoraggio della pressione. Peraltro, per confermare la diagnosi di ipertensione arteriosa non basta una singola misurazione ma occorrono due misurazioni in due occasioni diverse maggiori rispetto ai limiti prima citati. Inoltre la prima volta che viene valutata la pressione arteriosa è bene misurarla ad entrambi gli arti superiori (per escludere la presenza di pressione differenziale appunto diversa tra i due arti) ed anche da sdraiati ed in piede (orto e clinostatismo).

Oltre alla rilevazione pressoria da parte del medico con sfigmomanometro manuale sono molto importanti le automisurazioni domiciliari. Infatti si è visto che la misura da parte di un medico comporta comunque un certo valore di attivazione del sistema nervoso simpatico (che alcuni possono avvertire come agitazione mentre per altri passare del tutto asintomatico) che eleva i valori pressori portando a valori falsati meglio noti come “ipertensione da camice bianco”. Benchè per anni si sia pensato a questa condizioni come qualcosa di assolutamente benigno gli ultimi dati ci fanno rivalutare il suo valore portando maggiore attenzione a questa condizioni.

In caso di misurazioni domiciliari i valori pressori da considerare normali sono al di sotto dei 135/85 mmHg. L’auto-misurazione domiciliare deve essere però correttamente effettuata: dovete mettervi seduti su una sedia, senza incrociare le gambe, in posizione normale. Non dovete aver fumato una sigaretta né bevuto alcolici nei 15 minuti precedenti e dovete stare a riposo per 5 minuti prima di effettuare la misurazione. Una volta posizionato il bracciale sul braccio (indifferente se destro o sinistro) all’altezza del cuore farete partire la misurazione. Normalmente vengono fatte due misurazioni tenendo come valida la seconda oppure facendone tre ed utilizzando la media delle ultime due. Molto importante è segnarsi tutte le misurazioni su un diario pressorio (o portare con se la macchinetta in caso presenti una memoria interna) da far poi valutare dal proprio medico di base.

Ad oggi nessuno degli strumenti per l’automisurazione domiciliare da polso sia correttamente validato e studiato e quindi è necessario utilizzare quelli da braccio. La frequenza di auto-misurazione domiciliare dovrebbe essere circa di una volta a settimana (in caso di pressione ben controllata e di terapia stabile) ma il medico può chiedere di farlo più frequentemente anche fino a tre volte al giorno per alcune settimane, particolarmente in caso di scarso controllo dei valori pressori oppure in caso di modifiche recenti alla terapia.

Infine esiste anche un ultima modalità di misurazione della pressione arteriosa che è il monitoraggio pressorio delle 24 h (in sigla MAP) che consiste nel mantenere un bracciale sfigmomanometrico per un intero giornata collegato ad un apparecchio portatile (alla cintura oppure a tracolla) che misurerà automaticamente la pressione ogni 15-20 minuti di giorno e meno frequentemente di notte.

L’utilità di questo tipo di misura sta proprio nella valutazione della pressione durante l’abituale attività quotidiana; ha quindi più senso montarlo in settimana quando si lavora più che nel week-end. Infatti permetterà di valutare anche la risposta agli eventi stressanti della giornata ed inoltre permetterà di vedere come sono i valori pressori durante la notte. Questo, oltre a correlare con la qualità del sonno, darà importanti informazioni sulla fisiologica riduzione della pressione arteriosa nel passaggio dalla veglia al sonno. Verrà chiesto al paziente di compilare un diario delle attività giornaliere in modo da poterle correlare poi ai valori riscontrati.

Cosa molto importante, quando si sente che il bracciale inizia a gonfiarsi si deve cercare di fermarsi (almeno con il braccio con su il bracciale) fino alla fine della misurazione. Se questo non fosse possibile (si sta guidando o facendo un attività per cui non ci si può fermare) la macchinetta emetterà un segnale di errore e ripartirà con un altra misurazione in 5 minuti circa.

TARGET 

Pressione arteriosa: <140/90 mmHg dal medico, < 135/85 mmHg al domicilio, perfetto se si riescono a portare i valori sotto i 130/80 mmHg.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere