01 Feb, 2023

Ultimi Articoli

Covid. Oms, la Cina sta sotto stimando impatto malattia in termini di ricoveri ospedalieri e decessi

- Advertisement -

AgenPress – L’Organizzazione mondiale della sanità ha avvertito che la Cina sta sotto rappresentando il vero impatto del Covid nel Paese, in particolare i decessi.

La rimozione della maggior parte delle restrizioni il mese scorso ha portato a un aumento dei casi.

Ma la Cina ha smesso di pubblicare i dati giornalieri sui casi e ha annunciato solo 22 morti per Covid da dicembre, utilizzando i propri rigidi criteri.

“Riteniamo che la definizione [di morte per Covid] sia troppo ristretta”, ha affermato il direttore delle emergenze dell’OMS, il dottor Michael Ryan.

Il dottor Ryan ha affermato che le cifre della Cina “sotto rappresentano il vero impatto della malattia in termini di ricoveri ospedalieri, in termini di ricoveri in terapia intensiva e in particolare in termini di decessi”.

La Cina il mese scorso ha cambiato i suoi criteri per ciò che costituisce un decesso di Covid, il che significa che vengono conteggiati solo coloro che muoiono per malattie respiratorie.

Ciò va contro la guida dell’OMS, che incoraggia i paesi a contare il numero di morti in eccesso: quante più persone muoiono di quanto ci si aspetterebbe normalmente in base ai dati sui decessi prima della pandemia.

Il dottor Ryan ha aggiunto che la Cina ha aumentato il suo impegno con l’OMS nelle ultime settimane e ha affermato di non vedere l’ora di ricevere “dati più completi”.

Ma ha anche suggerito che i singoli operatori sanitari potrebbero riferire i propri dati ed esperienze.

“Non scoraggiamo medici e infermieri che segnalano questi decessi e questi casi”, ha affermato il dottor Ryan. “Abbiamo un approccio aperto per essere in grado di registrare l’effettivo impatto della malattia nella società”.

La società britannica di dati scientifici Airfinity stima più di due milioni di casi di Covid al giorno in Cina e 14.700 morti.

Da quando la Cina ha abbandonato parti fondamentali della sua strategia “zero-Covid” quasi un mese fa, ci sono state segnalazioni di ospedali e crematori sopraffatti.

Diverse nazioni hanno introdotto restrizioni di viaggio per i viaggiatori provenienti dalla Cina. Pechino li ha criticati come politicamente motivati ​​e minacciati di ritorsioni.

Nessuna nuova variante di Covid è stata rilevata in Cina, nonostante l’impennata dei casi. Tuttavia, l’OMS ha avvertito che ciò potrebbe essere dovuto a una diminuzione dei test.

Le autorità cinesi hanno annunciato che stanno inviando forniture mediche agli ospedali rurali prima di un’ondata prevista di infezioni da coronavirus nelle campagne, dove i tassi di vaccinazione sono irregolari.

Il dottor Abdi Rahman Mahamud, direttore del dipartimento di coordinamento degli allarmi e della risposta dell’OMS, ha avvertito che la Cina potrebbe vedere un’altra ondata di infezioni mentre le famiglie si riuniscono per il capodanno lunare cinese tra poche settimane, uno dei periodi di viaggio più impegnativi del paese.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere