30 Set, 2022

Ultimi Articoli

Cina. Inizia il processo per Quinn Moon, arrestata per aver tentato di fuggire a Taiwan nel 2020 con altre 11 persone

AgenPress – Quinn Moon faceva parte di un gruppo di  12 hongkonghesi catturati dalla guardia costiera della Cina continentale mentre cercavano di lasciare la città su un motoscafo diretto a Taiwan nell’agosto 2020, ha fatto la sua prima apparizione in tribunale a Hong Kong dopo essere stata incarcerata per due anni in Cina. 

La maggior parte a bordo era su cauzione in attesa del processo per reati legati alle proteste del 2019, tra cui sommossa e incendio doloso.

Moon è apparsa martedì davanti al magistrato principale ad interim Colin Wong presso i tribunali dei magistrati di Fanling, segnando la prima volta che la 35enne è stata vista in un ambiente pubblico in città da quando è stata arrestata.

Con un taglio di capelli corto e un blazer di colore scuro, Moon sembrava calma e parlava chiaramente. Mentre il segretario del tribunale ha letto i dettagli delle due accuse, ha risposto: “[Capisco]”.

Non era in tribunale la scorsa settimana quando il caso è stato menzionato per la prima volta, poiché era in quarantena Covid-19 dopo il suo ritorno a Hong Kong dopo aver scontato una pena detentiva di due anni in una prigione di Shenzhen per aver organizzato un valico di frontiera illegale.

A Hong Kong, Moon deve affrontare un’accusa di “aver compiuto un atto o una serie di atti tendenti e diretti a pervertire il corso della giustizia pubblica” legata al suo tentativo di fuga con altre 11 persone. Si diceva che l’atto, o gli atti, avessero “la tendenza” a ostacolare le indagini della polizia e i procedimenti penali.

E’ stata anche accusata di possesso di una droga pericolosa – 2,98 grammi di cannabis – in un edificio di Mong Kok il 14 gennaio 2020.

L’udienza è stata aggiornata al 12 ottobre per dare tempo all’accusa di preparare i documenti per il trasferimento del caso di perversione del corso della giustizia al tribunale distrettuale, un tribunale superiore, e per consentire alla polizia di condurre ulteriori indagini sull’accusa di possesso di droga.

Moon non ha chiesto la libertà su cauzione e continuerà a essere trattenuta in custodia cautelare.

Più di 10.000 arresti sono stati effettuati in connessione con i disordini scoppiati per una proposta di emendamento al disegno di legge sull’estradizione della città che avrebbe consentito il trasferimento dei fuggitivi nella Cina continentale – che gli attivisti affermano sia nota per un sistema giudiziario opaco – per essere processato. Nel corso dei mesi, le manifestazioni sono diventate una più ampia manifestazione di dissenso contro i governi di Hong Kong e Pechino.

Moon, allora 33enne, era ricercata in relazione a un caso di fabbricazione di bombe al momento della fuga.

Due dei dodici erano minorenni e sono stati rimpatriati a Hong Kong nel dicembre 2020. Dei restanti 10, otto sono stati condannati a sette mesi di carcere nella Cina continentale a seguito di udienze a porte chiuse. Sono stati  consegnati alle autorità di Hong Kong  nel marzo dello scorso anno dopo aver scontato la loro pena detentiva.

Moon e Tang Kai-yin, che sono stati giudicati colpevoli di aver organizzato un valico di frontiera illegale, sono stati incarcerati rispettivamente per due e tre anni. Tang sta ancora scontando la pena.

Gli avvocati cinesi che hanno assistito il gruppo sono stati costretti ad abbandonare il caso o la loro  licenza è stata revocata  dal dipartimento di giustizia.

Sul motoscafo c’era anche l’attivista Andy Li, che era allora sotto un’indagine di sicurezza nazionale per una presunta cospirazione che coinvolgeva il magnate dei media pro-democrazia Jimmy Lai per richiedere sanzioni straniere a Hong Kong e funzionari cinesi.

Oltre a Li, coloro che sono tornati hanno dovuto affrontare un’ulteriore accusa per aver pervertito il corso della giustizia oltre alle loro accuse originali relative alle proteste. Si sono dichiarati colpevoli a luglio e sono stati  condannati da sette a dieci mesi  ciascuno.

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere