07 Feb, 2023

Ultimi Articoli

Canada. A causa dei cambiamenti climatici continuano a morire gli orsi polari nella baia di Hudson

- Advertisement -

AgenPress – Gli orsi polari nella baia di Hudson occidentale in Canada, sul bordo meridionale dell’Artico, continuano a morire in gran numero.  Le femmine e i cuccioli di orso stanno attraversando un periodo particolarmente difficile.

I ricercatori hanno esaminato la baia di Hudson occidentale – sede di Churchill, la città chiamata “la capitale mondiale dell’orso polare” – in aereo nel 2021 e hanno stimato che ci fossero 618 orsi, rispetto agli 842 del 2016.

“Il declino effettivo è molto più grande di quanto mi sarei aspettato”, ha detto Andrew Derocher, professore di biologia all’Università di Alberta che ha studiato gli orsi polari della Baia di Hudson per quasi quattro decenni. Derocher non è stato coinvolto nello studio.

Dagli anni ’80, il numero di orsi nella regione è diminuito di quasi il 50%. Il ghiaccio essenziale per la loro sopravvivenza sta scomparendo.

Gli orsi polari fanno affidamento sul ghiaccio marino artico – acqua oceanica ghiacciata – che si restringe in estate con temperature più calde e si forma di nuovo durante il lungo inverno. Lo usano per cacciare, appostandosi vicino a buchi nel ghiaccio spesso per individuare le foche, il loro cibo preferito, che vengono a prendere aria. Ma poiché l’Artico si è riscaldato due volte più velocemente del resto del mondo a causa del cambiamento climatico, il ghiaccio marino si sta spaccando all’inizio dell’anno e impiega più tempo a congelarsi in autunno.

Ciò ha lasciato molti orsi polari che vivono nell’Artico con meno ghiaccio su cui vivere, cacciare e riprodursi.

Gli orsi polari non sono solo predatori critici nell’Artico. Per anni, prima che il cambiamento climatico iniziasse a colpire le persone in tutto il mondo, erano anche il volto più noto del cambiamento climatico.

I ricercatori hanno affermato che la concentrazione di decessi nei giovani orsi e nelle femmine nella baia di Hudson occidentale è allarmante.

“Questi sono i tipi di orsi che abbiamo sempre previsto sarebbero stati influenzati dai cambiamenti nell’ambiente”, ha affermato Stephen Atkinson, l’autore principale che ha studiato gli orsi polari per più di 30 anni.

I giovani orsi hanno bisogno di energia per crescere e non possono sopravvivere per lunghi periodi senza cibo a sufficienza e le femmine di orso lottano perché consumano così tanta energia per allattare e allevare la prole.

“Certamente solleva problemi sulla fattibilità in corso”, ha affermato Derocher. “Questo è il motore riproduttivo della popolazione”.

La capacità di riproduzione degli orsi polari nella Baia di Hudson occidentale diminuirà, ha affermato Atkinson, “perché semplicemente ci sono meno giovani orsi che sopravvivono e diventano adulti”.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere