07 Dic, 2022

Ultimi Articoli

Brasile. Lula, “riprenderemo la vigilanza sull’Amazzonia, deforestazione zero e lotta alla crisi climatica”

- Advertisement -

AgenPress –  “Hanno cercato di seppellirmi vivo” ma “ho avuto un processo di resurrezione nella politica brasiliana. Sono qui per governare il Paese in un momento molto difficile, ma riusciremo a trovare le risposte”.

Lo ha detto il presidente Luiz Inácio Lula da Silva nel suo primo discorso dopo l’elezione.

“In una delle elezioni più importanti del Brasile, oggi c’è un unico vincitore: il popolo brasiliano. Non è una vittoria mia o del mio partito, ma di un immenso movimento democratico”, ha aggiunto Lula.

“La maggioranza del popolo ha lasciato detto chiaro che desidera più democrazia e non meno. Vuole più libertà, più uguaglianza e più fraternità”, ha continuato l’ex sindacalista, che ha iniziato il suo discorso “ringraziando Dio per avermi permesso di uscire da dove sono uscito e arrivare dove sono arrivato”.

“Il nostro impegno più urgente è porre fine alla fame. Se siamo il terzo produttore di cibo al mondo e il primo di carne, abbiamo il dovere di garantire che ogni brasiliano possa fare colazione, pranzo e cena ogni giorno. Non possiamo accettare come una cosa normale che intere famiglie siano costrette a dormire per strada”, ha aggiunto.

“Il Papa ha inviato un messaggio al Brasile pregando affinché il popolo sia libero dall’odio, dall’intolleranza e dalla violenza. Voglio dire che vogliamo lo stesso, perché la verità vinca la menzogna e la speranza sia più grande della paura”.

“Il Brasile è tornato: è troppo grande per essere relegato a questo ruolo di paria nel mondo”, ha detto l’ex sindacalista, che poi ha criticato “gli accordi commerciali che condannano il nostro Paese ad essere un eterno esportatore di merci e materie prime”.

Il Brasile è “pronto per lottare contro la crisi climatica e per la deforestazione zero dell’Amazzonia. Il pianeta ha bisogno di una Amazzonia viva: un albero in piedi vale più di tonnellate di legname estratto illegalmente”, ha aggiunto Lula annunciando che il suo governo “riprenderà la vigilanza sull’Amazzonia e combatterà tutte le attività illegali”. “Si può generare ricchezza senza distruggere l’ambiente”, ha continuato sottolineando di essere aperto alla cooperazione internazionale per l’Amazzonia “ma senza rinunciare alla sovranità”.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere