05 Ott, 2022

Ultimi Articoli

Australia. Rimosso il murale dell’abbraccio del soldato russo (stupratore) con quello ucraino (vittima)

AgenPress – Un artista australiano ha dipinto su un murale di strada che mostra soldati ucraini e russi che si abbracciano, dopo una reazione della comunità.

L’opera d’arte di Melbourne ha sostenuto una “risoluzione pacifica” tra i due paesi, afferma il creatore Peter Seaton.

L’opera d’arte ha sconvolto gli ucraini locali che l’hanno paragonata alla propaganda russa e l’hanno paragonata a uno stupratore e una vittima che si abbracciano mentre il crimine è ancora in corso. Seaton domenica ha detto che avrebbe rimosso il murale entro lunedì.

L’ambasciatore dell’Ucraina in Australia Vasyl Myroshnychenko ha affermato che il lavoro è stato “assolutamente offensivo per tutti gli ucraini” e ne ha chiesto la rimozione.

“Il pittore non ha idea dell’invasione [russa] dell’Ucraina ed è deludente vederlo realizzato senza consultare la comunità ucraina a Melbourne”, ha detto su Twitter.

Ma alcuni hanno paragonato il murale a tre piani alla propaganda russa.

Seaton – noto come CTO – si è scusato per il suo lavoro, dicendo che era “goffo” e “non pensava che sarebbe stato accolto così male”.

Migliaia di ucraini sono stati uccisi e le forze russe sono state accusate di crimini di guerra da quando hanno invaso a febbraio.

I critici hanno affermato che il lavoro – intitolato Peace Before Pieces – ha tracciato una falsa equivalenza morale tra le due parti.

“Cosa penserebbe la gente se un murale mostrasse uno stupratore e una vittima che si abbracciano?” Il co-presidente della Federazione australiana delle organizzazioni ucraine, Stefan Romaniw, ha affermato in una nota.

“Cercare di essere ‘equanimi’ e accettare una falsa narrativa secondo cui ‘tutto ciò di cui abbiamo bisogno è la pace’ in questo caso sostiene il male”.

L’ambasciatore dell’Ucraina in Australia Vasyl Myroshnychenko ha affermato che è “assolutamente offensivo per tutti gli ucraini”.

Un’organizzazione artistica, chiamata Art4Ukraine Australia, ha affermato di aver sollevato preoccupazioni sull’opera d’arte prima che fosse iniziata ed è rimasta scioccata nel vederla completata.

Seaton ha detto di essere rimasto sveglio fino alle 03:00 ora locale di lunedì (13:00 di domenica GMT) per dipingere il murale.

“Il murale mi è costato da $ 2.000 a $ 3.000 … Non lo farei e passerei 10 giorni a farlo se avessi pensato che avrebbe danneggiato le persone”, ha detto lunedì all’Australian Broadcasting Corporation.

Ma ha anche difeso il suo lavoro, dicendo che credeva ancora che avesse un “beneficio netto” e “molte persone hanno recepito il messaggio”.

“[Ma] c’è ovviamente un contingente di persone che sente che questo sarà doloroso e forse traumatizzante e non è quello che voglio creare il mio lavoro”.

Seaton ha affermato di aver inizialmente ricevuto feedback positivi da alcuni membri del collettivo artistico, ma col passare del tempo e il pezzo è stato ulteriormente discusso dal comitato, si è evoluta la convinzione che il lavoro potesse essere interpretato erroneamente come “offensivo”.

“Dovevo portare un messaggio di pace, è sempre quello di cui mi occupo”.

La presidente della Noble Park Association of Ukraines in Victoria Branch Liana Slipetsky ha detto che quando ha visto il murale per la prima volta si è sentita imbarazzata per il fatto che fosse stato eretto in Australia.

“Cosa ne penserebbero i rifugiati ucraini? Hanno appena cercato un rifugio sicuro qui e poi quel murale è sulla loro faccia? Che cosa dice loro sugli australiani?” lei disse.

“Dobbiamo tenere in mente l’Ucraina, ma così facendo, dobbiamo dire la verità e per me, questo è proprio come la propaganda russa”.

Seaton ha affermato di non voler scusare gli atti di aggressione russi e si è detto rattristato di aver ferito la comunità ucraina.

Ha detto di non avere affiliazioni con la comunità russa e il murale era fondamentalmente un “messaggio di pace” e una meditazione sull’inutilità del conflitto armato.

“Questo è ciò che rende questo murale davvero problematico … L’Ucraina non è nella posizione di deporre le armi e smettere di combattere”.

Stefan Romaniw della Federazione australiana delle organizzazioni ucraine ha affermato in una dichiarazione che, accettando una falsa narrativa di cui tutto il mondo aveva bisogno era la pace, l’opera d’arte in realtà “sostiene il male”.

“Cosa penserebbero le persone se un murale mostrasse uno stupratore e una vittima che si abbracciano? Non offenderebbe la convinzione di una persona rispettabile che chiedere a una vittima di scusare il proprio stupratore mentre il crimine è ancora in corso, non è stato riconosciuto e non è stato espiato, è sbagliato?

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere