05 Ott, 2022

Ultimi Articoli

Australia. A causa degli incendi 200 specie corrono pericolosamente verso l’estinzione

AgenPress – L’Australia ha perso più specie di mammiferi di qualsiasi altro continente
La fauna selvatica unica dell’Australia è stata devastata da incendi boschivi, siccità, perdita di habitat. Lo afferma il Rapporto quinquennale del governo australiano sullo Stato dell’ambiente, avvertendo che più di 200 specie corrono pericolosamente verso l’estinzione. Il rapporto degli scienziati ha sollecitato un’azione forte per invertire una situazione di “grave deterioramento” della flora e della fauna, a terra e in mare. Nell’Australia sconvolta dai cambiamenti climatici la temperatura media è salita di 1,4 gradi Celsius dall’inizio del XX secolo, afferma il rapporto.

Bomba ecologica. Secondo il rapporto, gli incendi boschivi che hanno colpito il sud-est dell’Australia nella drammatica estate 2019-2020 hanno bruciato più di otto milioni di ettari di vegetazione autoctona (19 milioni in totale le aree percorse dal fuoco, compresi pascoli e praterie) e ucciso o costretto alla fuga da 1 a 3 miliardi di animali. Gli oltre 15.000 roghi rilasciarono in atmosfera qualcosa come 900 milioni di tonnellate di anidride carbonica. Ma negli anni precedenti milioni di ettari di foresta primaria erano stati cancellati, ignorando le leggi ambientali australiane.
La drammatica condizione della biodiversità non risparmia gli habitat marini: la grande barriera corallina è stata interessata negli ultimi anni da fenomeni di sbiancamento di massa, che sono l’anticamera della morte biologica per questi straordinari ecosistemi ricchissimi di biodiversità.

In cinque anni, più di 200 specie animali e vegetali sono state aggiunte all’elenco delle specie minacciate ai sensi delle leggi ambientali australiane. “L’Australia ha perso più specie di mammiferi di qualsiasi altro continente”, afferma il rapporto, con il numero di nuove specie elencate come maggiormente minacciate in aumento dell’8% in cinque anni.
Il ministro dell’ambiente australiano, Tanya Plibersek, ha affermato che si tratta di un “documento scioccante”.

“Se continueremo su questa strada ci aspetta un futuro con sempre più specie minacciate, fiumi sempre più asciutti, paesaggi degradati. Vedremo morire le nostre barriere coralline”.
Plibersek, un membro del partito laburista di centrosinistra che ha vinto le ultime elezioni, ha criticato il precedente governo conservatore per non aver pubblicato il rapporto, che aveva nel cassetto dal dicembre 2021. Plibersek ha promesso di impegnarsi per aumentare la protezione degli habitat terrestri e degli oceani australiani, perseguire una “riforma fondamentale” della legislazione ambientale e creare una nuova agenzia per la tutela dell’ambiente.
“I risultati di questo rapporto sono strazianti e i fallimenti della leadership che hanno portato a perdite di questa portata sono sotto gli occhi di tutti”, ha affermato Rachel Lowry, del WWF-Australia. “Se ignoriamo gli avvertimenti di questo rapporto, specie iconiche come i koala in tutta l’Australia orientale scompariranno per sempre. Il WWF-Australia ha affermato che il rapporto dovrebbe rappresentare un “punto di svolta”, portando a maggiori investimenti e leggi più stringenti per proteggere la fauna selvatica e la natura selvaggia e unica dell’Australia.

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere