29 Set, 2022

Ultimi Articoli

Afghanistan. Ucciso a Kabul con un drone leader di al Qaeda al Zawahiri, Biden: “giustizia è fatta”

AgenPress –  Il presidente Joe Biden ha annunciato lunedì che il leader di al-Qaida Ayman al-Zawahri è stato ucciso in un attacco di droni statunitensi a Kabul, un’operazione che secondo lui ha assicurato giustizia e, si spera, “un’altra misura di chiusura” alle famiglie delle vittime di gli attacchi dell’11 settembre 2001 agli Stati Uniti.

Il presidente ha detto in un discorso serale della Casa Bianca che i funzionari dell’intelligence statunitense hanno rintracciato al-Zawahri in una casa nel centro di Kabul dove si nascondeva con la sua famiglia. Il presidente ha approvato l’operazione la scorsa settimana ed è stata eseguita domenica.

Al-Zawahri e il più noto Osama bin Laden hanno pianificato gli attacchi dell’11 settembre che hanno portato molti americani comuni alla loro prima conoscenza di al-Qaeda. Bin Laden è stato ucciso in Pakistan il 2 maggio 2011, in un’operazione portata avanti dai Navy SEAL degli Stati Uniti dopo una caccia durata quasi un decennio.

Per quanto riguarda Al-Zawahri, Biden ha detto: “Non permetterà mai più, mai più, che l’Afghanistan diventi un rifugio sicuro per i terroristi perché se n’è andato e faremo in modo che non accada nient’altro”.

“Questo leader terrorista non c’è più”. L’operazione è una significativa vittoria dell’antiterrorismo per l’amministrazione Biden solo 11 mesi dopo che le truppe americane hanno lasciato il paese dopo una guerra di due decenni.

L’attacco è stato effettuato dalla CIA, secondo cinque persone a conoscenza della questione che hanno parlato in condizione di anonimato. Né Biden né la Casa Bianca hanno dettagliato il coinvolgimento della CIA nell’operazione. 

Biden, tuttavia, ha reso omaggio alla comunità dell’intelligence statunitense nelle sue osservazioni, osservando che “grazie alla loro straordinaria persistenza e abilità” l’operazione è stata un successo.

La morte di Al-Zawahri elimina la figura che più di chiunque altro ha plasmato al-Qaida, prima come vice di bin Laden dal 1998, poi come suo successore. Insieme, lui e bin Laden hanno puntato le armi del movimento jihadista per prendere di mira gli Stati Uniti, compiendo l’attacco più mortale mai avvenuto sul suolo americano: i dirottamenti suicidi dell’11 settembre.

Secondo un alto funzionario dell’intelligence, la casa in cui si trovava Al-Zawahri quando è stato ucciso era di proprietà di un alto assistente dell’alto leader talebano Sirajuddin Haqqani. Il funzionario ha anche aggiunto che una squadra di terra della CIA e una ricognizione aerea condotta dopo l’attacco dei droni hanno confermato la morte di al-Zawahri.

Dopo la sua uccisione, la Casa Bianca ha sottolineato che al-Zawahri aveva continuato a essere una figura pericolosaL’alto funzionario dell’amministrazione ha affermato che al-Zawahri ha continuato a “fornire una direzione strategica”, incluso sollecitare attacchi contro gli Stati Uniti, mentre si nascondeva. Aveva anche dato la priorità ai membri della rete terroristica che gli Stati Uniti rimanessero il “nemico principale di al-Qaeda”.

Latest Posts

spot_imgspot_img

Non perdere