04 Feb, 2023

Ultimi Articoli

Afghanistan. Leader talebano contro Harry per le frasi su 25 nemici uccisi, “pezzi degli scacchi tolti dalla scacchiera”

- Advertisement -

AgenPress – Nel suo libro di memorie, Harry,  duca di Sussex descrive le sue 25 uccisioni come “pezzi degli scacchi tolti dalla scacchiera”.

Per il colonnello in congedo Richard Kemp, ex comandante delle truppe britanniche in Afghanistan, è particolarmente pericoloso affermare l’idea che i soldati di sua maestà vedono i loro nemici come “meno che umani”, in quanto così vengono esposti a possibili attacchi durante le missioni all’estero.

Ha aggiunto che le osservazioni potrebbero aver minato la sua sicurezza e potrebbero indurre le persone a vendicarsi.

Il principe Harry fornisce dettagli sul suo tempo come pilota di elicotteri in Afghanistan nel suo libro di memorie Spare, di cui BBC News ha ottenuto una copia dopo che è stato messo in vendita all’inizio in Spagna.

In esso, rivela per la prima volta di aver ucciso 25 combattenti nemici, il che è perfettamente possibile dopo due tournée nella regione di Helmand nel paese.

“Non è stata una statistica che mi ha riempito di orgoglio, ma nemmeno mi ha fatto vergognare”, scrive.

“Quando sono stato immerso nel calore e nella confusione della battaglia, non ho pensato a quelli come a 25 persone. Non puoi uccidere le persone se le vedi come persone.

“In verità, non puoi ferire le persone se le vedi come persone. Erano pezzi degli scacchi tolti dalla scacchiera, i cattivi eliminati prima che uccidano i buoni.

“Mi hanno addestrato a ‘altro’ loro e mi hanno addestrato bene.”

Un importante leader talebano Anas Haqqani  ha attaccato il principe Harry scrivendo sul suo profilo Twitter: “Signor Harry! Quelli che ha ucciso non erano pezzi degli scacchi, erano umani; avevano famiglie che stavano aspettando il loro ritorno”.

Il colonnello Kemp, che è stato inviato a Kabul nel 2003 per assumere il comando delle forze in Afghanistan, ha affermato che i ribelli talebani uccisi erano persone cattive e non ha avuto problemi con il principe Harry a rivelare il suo numero di uccisioni, ma ha contestato il modo in cui Harry ha suggerito i talebani gli insorti erano visti dall’esercito come “subumani e proprio come pezzi degli scacchi da abbattere”.

“Penso che si sbagli quando dice nel suo libro che gli insorti erano visti come virtualmente disumani – forse subumani – proprio come pezzi degli scacchi da far cadere.

“Non è affatto così. E non è il modo in cui l’esercito britannico addestra le persone come afferma … Penso che quel tipo di commento che non riflette la realtà, sia fuorviante e potenzialmente prezioso per quelle persone che desiderano che le forze britanniche e il governo britannico facciano del male, quindi penso che sia stato un errore di giudizio”.

In difesa di Harry, ha detto che il principe dovrebbe essere “orgoglioso” del suo numero di uccisioni a causa dell ‘”impatto effettivo” che avrebbe avuto sulla campagna, del suo coraggio in azione e del modo in cui ha difeso i soldati feriti.

Ma ha detto che potrebbe peggiorare i problemi di sicurezza del duca e potrebbe far sì che le persone che simpatizzano con i talebani vengano “provocate a tentare vendetta”.

“Infiamma vecchi sentimenti di vendetta che potrebbero essere stati dimenticati… senza dubbio ci sono persone al mondo oggi che lo avrebbero già visto e penseranno di riaverlo”.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere