06 Dic, 2022

Ultimi Articoli

Afghanistan. Kabul. Un gruppo di donne protesta per il diritto all’istruzione e al lavoro

- Advertisement -

AgenPress – A seguito degli inviti a riaprire le scuole femminili al di sopra del sesto anno e all’occupazione femminile, un gruppo di donne ha organizzato una protesta a Kabul per esprimere le proprie preoccupazioni per il continuo divieto effettivo delle studentesse oltre il sesto anno e dell’occupazione femminile.

I manifestanti hanno chiesto all’Emirato islamico di creare lavoro per le donne e di consentire alle ragazze al di sopra del sesto anno di studiare.

Queste donne hanno aggiunto che privare le donne del lavoro e dell’istruzione ha ampliato la portata della povertà nel paese.

Una madre si è lamentata per problemi economici, dicendo che prima lavorava al ministero dell’Interno come capo del dipartimento di genere del ministero, ma ora è disoccupata e deve affrontare sfide economiche.

“Chiediamo alle Nazioni Unite e alla comunità internazionale di prestare attenzione a noi e salvare le donne da queste violazioni dei loro diritti”, ha affermato Marghalare, ex dipendente del ministero dell’Interno.

Alcune donne, a causa della mancanza di lavoro e dei limiti all’istruzione, hanno protestato e mostrato i loro documenti educativi in ​​segno di protesta e hanno chiesto al governo lavoro e istruzione.

“Il documento che abbiamo tra le mani è inutile perché tutti noi siamo a casa e non abbiamo lavoro”, ha detto Shokorya, un manifestante.

“Se non affrontano i nostri problemi, continueremo la nostra lotta”, ha detto Arezo, un manifestante.

Il ministero dell’Economia ha affermato che sono in corso sforzi per creare opportunità di lavoro per le donne.

“Specialisti ed élite svolgono un ruolo importante nello sviluppo, nel progresso e nel progresso del Paese e, a questo proposito, la nostra politica è di sostenere le donne d’affari e gli esperti”, ha affermato Abdul Latif Nazari, viceministro dell’Economia.

“Il governo ha la responsabilità di affrontare i problemi economici, politici e sociali delle persone, uomini e donne”, ha affermato Abdul Jamil Sharani, analista politico.

Sono passati 14 mesi da quando la maggior parte delle donne ha perso il lavoro nelle organizzazioni governative e non le è permesso andare a lavorare, e anche alle ragazze sopra la prima media è stato vietato di frequentare la scuola secondaria.

- Advertisement -

Latest Posts

Non perdere