Parigi. Macron: in campo per vincere. Escluse dimissioni qualsiasi sia esito voto elezioni anticipate

AgenPress – ”La politica è movimento. Non ho mai creduto ai sondaggi. La decisione che ho preso apre una nuova era”. Lo ha dichiarato il presidente, più che mai determinato a fermare l’avanzata dei nazionalisti di Marine Le Pen e Jordan Bardella, reduci di un successo storico nel voto Ue di domenica scorsa che lo ha portato all decisione di sciogliere l’Assemblea nazionale e convocare elezioni anticipate il 30 giugno e 7 luglio.

”In campo per vincere”, ha aggiunto, convinto  che la campagna per le elezioni politiche anticipate, che comincia ora in Francia, consentirà di dimostrare che il Rassemblement National non è pronto a governare il Paese e che il trionfo di Bardella nelle recenti elezioni europee va piuttosto interpretato come una forma di voto sanzione contro l’attuale maggioranza presidenziale.

“Non è stato un voto di adesione”, spiega Macron, aggiungendo che il Rassemblement National “non aveva un programma! L’unica proposta rimasta impressa è quella di una doppia frontiera (nazionale e Ue) che il suo stesso promotore (Jordan Bardella. ndr.) è incapace di spiegare”. Esclude che il Rn possa ripetere tra tre settimane l’exploit di domenica scorsa, Macron aggiunge che ora è l’inizio di una “nuova campagna” e “non bisogna guardare i risultati per circoscrizione sulla base dei quelli delle europee”. Quanto alla decisione di sciogliere l’Assemblea Nazionale, ha aggiunto che era “necessaria”.

Macron esclude l’ipotesi di dimissioni ”qualunque sia” l’esito del voto nelle elezioni politiche anticipate del 30 giugno e del 7 luglio.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie